Condividi e Rimani Aggiornato

RSS Feed

Tessuti per arredamento: come rinnovare l’arredo con i tessuti per la casa

Frigo rivestito di stoffa

Frigo rivestito di stoffa

Voglia di cambiamenti in casa? Un vecchio mobile non vi piace più? Le vostre porte vi sembrano vecchie e spente? Se avete voglia di colore, di rinnovamento e fantasia nel vostro appartamento, perché non cambiare qualcosa ,senza però buttare via i vostri vecchi arredi e complementi , e riutilizzando quello che avete con un po’ di creatività e manualità?

Un’idea fresca ed originale può essere l’utilizzo dei tessuti come elemento di rivestimento, non solo per divani e cuscini ma anche per mobili e complementi! Potrete così dare un aspetto del tutto nuovo e vitale ad oggetti che non volevate più vedere in quel colore o magari per mascherare i segni del tempo di un mobile o di un oggetto o ancora semplicemente per cambiare colori e fantasie.

Le stoffe infatti si possono applicare, un po’ come la carta da parati, anche su superfici diversi quali legno, compensati, pvc, vetro..e su oggetti molto diversi tra loro come porte, mobili, sedie, cornici..E ancora su tantissimi altri!

La tecnica per l’applicazione del tessuto

La prima fase riguarderà la pulitura dell’oggetto,andrà lavato o pulito con un panno ed un detergente neutro e non dovranno esserci residui di sapone, cera o altri materiali che potrebbero impedire la corretta funzione del collante.

Rivestimento di uno sgabello

La seconda fase sarà la misurazione accurata del vostro oggetto da rivestire per poi scegliere e ritagliare (con forbici e cutter) la pezza di stoffa da utilizzare.

La terza fase sarà caratterizzata dall’applicazione della colla apposita sul vostro oggetto e la conseguente applicazione della stoffa; la colla ideale è una colla per tessuti,cuoio e pellami in vendita nei grandi magazzini e nei ferramenta più forniti e potrete stenderla con un pennello dalle setole sintetiche o animali della dimensione idonea alla superficie da coprire.

Un consiglio, cercate il più possibile di far aderire con le mani il tessuto al vostro manufatto e se siete agli inizi e non avete ancora molta manualità, iniziate a provare con una stoffa economica da prova e rivestite un oggetto piccolo e di poco valore, pian piano prenderete dimestichezza e tutto vi sembrerà più semplice.

Se poi avete paura di rovinare con la colla il vostro supporto allora potrete ricorrere all’uso di puntine colorate in tinta con il tessuto,ma solo su superfici piane.

Ricordatevi che eventuali bordi di stoffa da ripiegare andranno fatti verso l’interno e nella parte più nascosta dell’elemento d’arredo.

Se proprio non ve la sentite, e la manualità non è il vostro forte, allora potrete comunque rivolgervi ad artigiani o case produttrici specializzate, che sapranno soddisfare i vostri desideri!

Potrete rivestire di tutto, dal vecchio comò alla porta di casa vostra!L’importante sarà cercare un tessuto che vi piaccia e in armonia con i colori e lo stile della vostra stanza. Esistono tantissimi tessuti e possibilità, dal tinta unita alla fantasia, dal disegno geometrico a quello figurativo, dalla stoffa senza griffe a quella griffata e icona di un certo stile come ad esempio solo per fare qualche esempio Emilio Pucci o Fornasetti, Prima Classe Alviero Martini o Missoni..

Ma come scegliere la stoffa per arredi?

stoffa per rivestire arredi

stoffa per rivestire arredi

Ad esempio, se avete la passione per gli oggetti dal design degli anni 60 perché non rivestire la vostra porta ormai rovinata e da ripitturare con un tessuto optical (movimento che parte dagli studi sulla percezione e sulla possibilità di allietare e ingannare l’occhio umano attraverso particolari illusioni ottiche), nelle nuances dei colori da voi scelti per il resto dell’arredo? Sarà una scelta vivace, sicuramente di grande effetto, che saprà dare un tocco di freschezza al vostro ambiente.

Potrete scegliere ad esempio una fantasia di stoffe  bicolore come bianco e nero dai disegni geometrici a rombi oppure un disegno a onde nei colori giallo arancio..

Se amate i colori tenui e l’atmosfera francese della Provenza potreste cercare una fantasia romantica ed elegante come la toile de juis che esiste in molti colori, rosa,verde,blu,marrone..

O ancora se volete rivestire la vostra cassettiera del salotto potreste rivestirla con lo stesso tessuto delle poltroncine e creare così un angolo curato e molto particolare.

Allora che aspettate? Osate e rinnovate!

Be Sociable, Share!



  




Altri articoli che potrebbero incuriosirti:

Chairless: La Sedia Tascabile
una semplice e pratica seduta/non seduta lanciata da Vitra:una fettuccia di stoffa da usare ovunque per il vostro relax.
La stufa: pro o contro?
La stufa: pro o contro? Le stufe, come i camini, hanno sapore antico. Ci si ricorda le vecchie stufe in ghisa, calde ed ingombranti. Ad oggi...
La Libreria - Scaffale invisibile
Questo è un prodotto realizzato appositamente per gli amanti del libro e dell’ordine, integrati con un pizzico di fantasia. Gli scaffali e le m...
Mosaici: suggestioni di luce sulle pareti
Nell’uomo, sin dalle origini, vi è sempre stato il desiderio di decorare oggetti o spazi anche bui ed angusti con ciò che trovava in natura. In un ...
Tavoli per bambini di design per la cameretta
Il tavolo è un elemento d’arredo molto importante, in ogni casa deve essercene almeno uno perché indispensabile per poter cenare, scrivere o svolgere ...
Design a colori per non rinunciare all'estate
Le vacanze sono ormai finite e, per la maggior parte di noi, è arrivato il tempo di tornare dietro ad una scrivania e così, ritornando a casa, dopo la...
Arredamento per ufficio: la sedia girevole
Nell'arredamento per ufficio un elemento importante che non può mancare è la sedia girevole. Sul mercato ne esistono innumerevoli modelli per tutti i ...
Ecodesign novità d'arredo naturale ed ecologico
L'ecodesign ormai ha preso completamente piede nella vita di tutti giorni. Non si tratta più di una tipologia di arredo elitario e per pochi, è suffi...