Condividi e Rimani Aggiornato

RSS Feed

Sistema per il risparmio energetico: Elementare “Wattson”

La nostra casa è invasa dagli elettrodomestici? Lavatrice, televisore, lavastoviglie, computer…..

Ogni elettrodomestico accesso sviluppo consumo di energia

Ognuno di questi provoca un consumo energetico.

E allora come facciamo a tenere sotto controllo il consumo degli elettrodomestici?

L’idea arriva direttamente da un trio di designer molto astuti chiamati DIY KYOTO, attenti ai principi del Protocollo di Kyoto e ad una produzione eco – sostenibile.

L’oggetto di primo acchito sembra un orologio da tavolo, ma in realtà sarà lui a permettervi di risparmiare da 5 al 25% sulle vostre bollette elettriche.

Apparentemente Wattson può sembrare un orologio da tavolo ma in realtà valuta i nostri consumi energetici

Il piccolo Wattson è un oggetto dalle forme delicate e fini. Collegandolo in casa vi permetterà di tenere sotto controllo i consumi di energia elettrica evitando gli sprechi economici ed ambientali.

Essendo realizzato nel rispetto di tutti i principi del protocollo di Kyoto, ovviamente Wattson è totalmente riciclabile.

Inoltre, il suo funzionamento a bassa potenza, estende di molto la vita della batteria ricaricabile che consente di visualizzare il display.

Intelligenza soprannaturale

Wattson è “molto intelligente” in quanto riesce a ricordare i dati del consumo energetico, emesso dai nostri elettrodomestici, per 28 giorni.

E ovviamente come ogni Wattson che si rispetti, i dati vengono trasferiti al software (la mente) Holmes, che permette di accedere attraverso il proprio pc ogni giorno, ogni settimana e ogni mese a grafici e tabelle esplicative che descrivono e spiegano i consumi energetici che la vostra casa produce.

Il display posto nella parte frontale è retro illuminato e di semplice lettura; vi consente, in qualunque momento della giornata di controllare l’utilizzo di energia elettrica e di convertirlo in watt o in euro.

Wattson è portatile e wireless, in questo modo sarà possibile collocarlo in qualunque angolo della casa.

Oltre alla lettura tabellare gestita dal software Holmes è possibile verificare l’andamento giornaliero del consumo energetico, attraverso il cambiamento di colore dell’oggetto.

E’ come se Wattson cambiasse colore a seconda del suo umore ; se il colore è blu significa che si sta’ usando meno energia rispetto la media, se invece, è rosso questo significa che l’energia consumata è ben al di sopra del consumo medio; quando invece il dispaly ha un colore violaceo il consumo energetico è nella media relativa la famiglia in cui si trova.

Ovviamente anche Wattson ha un consumo elettrico, ma questo è di circa 5 watt, e in modalità di bassa potenza arriva a consumare meno di 1 watt. Praticamente a costo zero.

La retroilluminazione consente di sapere immediatamente se si ha un consumo ragionevole o spropositato

Dopo aver descritto l’oggetto di per sé cerchiamo di capire come fare a farlo funzionare nella nostra casa.

Installazione e utilizzo

Quando decidiamo di acquistare Wattson, oltre a lui, troviamo anche Holmes.

E’ necessario installare sul nostro computer il software in modo tale da poter osservare più dettagliatamente e con uno storico, i nostri consumi e le nostre spese.

Quando abbiamo delle informazioni catturate dall’oggetto, dobbiamo collegarlo via USB al computer e aprendo Holmes, possiamo convertire l’energia media consumata in spesa, verificando i giorni in cui abbiamo consumato in maniera spropositata e quelli in cui siamo stati più accorti.

Lentamente riusciremo a capire dove possiamo risparmiare e in cosa siamo soliti sprecare. Con pochi click un risparmio notevole nella bolletta.

La novità assoluta è che una comunità on-line consente di avere un confronto continuo permettendo di generare discussioni utili per trovare risposte in merito al risparmio casalingo.

Wattson può essere posizionato ovunque, l’importante è che quando lo installiamo per la prima volta, il clip del sensore dato in dotazione, venga collegato al contatore di energia generale.

E' necessario attaccare il sensore in modo da collegarlo al nostro impianto elettrico

Se il contatore generale è lontano dalla vostra scatola dei fusibili (condizione usuale se si abita in un condominio), è necessario collegare il clip nel punto in cui il cavo elettrico entra nella scatola dei fusibili, in modo che il trasmettitore sia il più vicino possibile.

Il trasmettitore può andare sul muro vicino alla scatola dei fusibili o su uno scaffale posto nelle vicinanze. Se è possibile non mettere il trasmettitore all’esterno o se si decide di fargli affrontare le intemperie, è meglio isolarlo avvolgendolo in un sacchetto di plastica.

Il trasmettitore deve essere preferibilmente posizionato vicino alla scatola dei fusibili

A questo punto l’unica cosa che rimane da fare è provarlo, accenderlo e diventare consapevoli dei propri consumi.

Solo la consapevolezza porta al risparmio e quando c’è un amico come Wattson ed un compagno come Holmes, la consapevolezza è utile e l’estetica è garantita.

Be Sociable, Share!



  




Altri articoli che potrebbero incuriosirti:

Case strane, curiose e divertenti
Ma come si arrederanno queste case? Case per chi ha uno spirito libero: realizzate nel British Columbia in Canada sono costituite da...
Vasi moderni e preziosi in vetro, cristallo, porcellana, argento...
Il vaso: significato simbolico Il vaso nasce come contenitore per liquidi e cibi. Realizzato in creta, in vetro, in metallo, porcellana  è un ogge...
Skateboard per arredare la casa
La creatività dei designer non conosce limiti, sono capaci di creare mobili e complementi d’arredo con qualsiasi tipo di materiale, riciclando oggetti...
Design ecologico ad energia solare per vivere green
L’aspetto ecologico dei progetti che caratterizzano la produzione degli ultimi anni è sicuramente divenuto uno dei punti cardine delle sperimentazioni...
Linee morbide per le ultime cucine di design
Dare spazio ad un design morbido, dalle linee sinuose e senza spigoli, è un trend che ritorna spesso in auge sia per l’arredamento che per la comp...
PORTAmivia, uno dei progettio premiati a "La casa del III millennio"
La Casa del III Millennio è un concorso indetto e promosso dal CNA di Prato in collaborazione con il CNA di Arezzo. Per la quarta edizione consecutiva...
Al Museo Leonardo da Vinci di Milano: Eureka! Le intuizioni geniali di Archimede
A Milano, fino alla fine di marzo 2012, è possibile assistere ad una mostra interattiva dedicata alle invenzioni dello scienziato siracusano Archimede...
Gli incidenti domestici
Abbiamo già detto molte volte che purtroppo le nostre case sono spesso i luoghi nei quali capitano con frequenza molti incidenti domestici. Ciò è d...


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *