Condividi e Rimani Aggiornato

RSS Feed

Sedute fuori dall’ordinario: allegre e originali

La sedia di cartone

sedia di cartone

La sedia di cartone "S-cube"

All’apparenza non sembra assolutamente una poltrona realizzata in un materiale povero e semplice come il cartone, e invece la seduta “S-cube” presenta un’anima ecologica, un oggetto di design attento all’estetica e all’ambiente.

Ideato dallo staff di Misosoupdesign, la poltrona ha una struttura semplice ma molto caratteristica, una scatola quadrata modificata tramite rientranze e sporgenze di forme poligonali.

Un cartone di 3 millimetri utilizzato come materiale da costruzione, perfetto per la sua resistenza e robustezza, e per essere ecologico ed economico.

La seduta realizzata in cuoio contribuisce a rendere l’oggetto più comodo e allegro, grazie ad un simpatico gioco di colori.

Lo sgabello da gioco di Mabele

Mabele

Lo sgabello “ComeQuandoFuoriPiove” di Mabele

Vi ricordate quando da piccoli vi divertivate a costruire dei castelli con le carte da gioco?

Si cercava in tutti i modi di non farle crollare, realizzando delle piccole costruzioni sempre più alte.

Bene da questa idea è venuto fuori uno sgabello molto singolare, realizzato interamente con delle maxi carte da gioco colorate in metallo dallo Studio 06 di Roberto Guadrini, Massimo Guglielmottoe Paolo Mattiolo per l’azienda italiana Mabele.

Uno sgabello molto originale, colorato e allo stesso tempo multifunzionale, le carte infatti messe una sopra l’altra creano degli scomparti, perfetti per ospitare libri, riviste e altri oggetti, trasformando lo sgabello in un comodo portariviste.

Questo simpatico oggetto multifunzionale si chiama “ComeQuandoFuoriPiove”, la nota frase utilizzata per ricordarsi la successione dei semi delle carte da gioco, ed è possibile utilizzare anche in maniera modulare, accostando tra di loro diversi modelli e creando una libreria.

La sedia da lettura

La sedia “My Reading Chair”

A quanti di voi capita che una volta seduti comodamente ci accorgiamo di non sapere dove posizionare il libro che stiamo leggendo, la rivista, o il telecomando?

Non sempre infatti abbiamo vicino dei mobili o un comodino, e allora come fare?

Ecco la sedia che fa al caso nostro, ideata dal designer lituano Arunas Sukarevicius dello studio Etc.Etc. unisce alla struttura in legno un sapiente gioco della fodera.

“My Reading Chair” è infatti rivestita da una fodera disponibile in vari colori, e presente non solo sullo schienale e la seduta ma anche lungo i braccioli, dove la fodera si prolunga creando delle maxi tasche, dei contenitori per i libri e gli oggetti vari.

Una sedia accogliente e insolita, capace di avvolgerci con il suo calore e la sua particolarità.

La sedia tubolare e minimale

 sedia tubolare

La sedia dello Studio mixcv

Una seduta davvero essenziale, minimale, una sedia tubolare senza nessun tipo di decorazione o elementi superflui, ecco come si presenta la nuova seduta ideata dallo staff dello studio svizzero mixcv, dei designer Volciane Cassanovas, Stéphane Dentand e Thomas Labarthe.

Un oggetto davvero nuovo, semplice, dalle linee molto nette e pulite, disponibile in diverse colorazioni, basta solo decidere in quale stanza metterla.

Le sedie colorate

Un design moderno, quasi pop con i suoi colori accessi e il materiale lucido, ecco le sedie “Fauchon Chair”, oggetti di design belli e divertenti ideati dal designer francese Mahdi Naim.

sedie colorate

Le sedie “Fauchon Chair”

Linee morbide e cura dei dettagli, queste sedute hanno diverse particolarità, a cominciare dai colori, la struttura della sedia è infatti di colore nero lucido, ma una forte linea di colore delinea la seduta e lo schienale, una specie di evidenziatura caratterizzata da colori fluo molto vivaci.

Oltre a questo, dietro lo schienale si nasconde una specie di tasca portaoggetti, un accessorio funzionale, sempre utile per poggiare alcune oggetti di uso quotidiano.

Una sedia allegra e di design, perfetta per qualsiasi ambiente e qualsiasi arredamento.

Lo sgabello divertente

Gli sgabelli "Spray Cap Stool"

I designer dimostrano spesso non solo molta creatività ma anche molta ironia, proprio come nel caso di Alexander Garnett, ideatore degli sgabelli “Spray Cap Stool”.

Come il nome già suggerisce,si tratta di sgabelli fuori dall’ordinario che ricordano nella forma e nella decorazione delle bombolette spray, o per meglio dire, il loro tappo.

Gli sgabelli sono realizzati interamente in vetroresina.

I colori disponibili sono diversi, a seconda dei propri gusti, ognuno di loro costa 250 sterline. Un’idea nuova per arredare in modo insolito qualsiasi angolo della casa.

Be Sociable, Share!



  




Altri articoli che potrebbero incuriosirti:

Le maniglie e i pomoli
Maniglie per porte e finestre Spesso si presta poca attenzione ad alcuni complementi d’arredo che sono essenziali e che utilizziamo tutti i giorni al...
I colori del Natale 2010: decorazioni moderne e classiche per le feste
L’8 dicembre è ormai vicino e, secondo tradizione, è questo il giorno da dedicare alla decorazione natalizia della propria abitazione. Gli addo...
Accessori d'oro per rendere un po' preziosa la nostra casa
L’oro è sempre stato considerato, presso tutte le culture ed in tutte le epoche, il metallo più nobile, il più duttile, malleabile ed inalterabile  de...
Vasi di design per portare la primavera in casa
Anche se lentamente, la primavera sta arrivano, si incominciano a vedere le prime piante fiorire, le foglie prendere vita sugli alberi, e tutto acquis...
Il design si tinge del colore blu
Artisti designer e stilisti hanno “vestito” le loro creazioni di blu, dall'oltremare al blu elettrico. Il blu è un colore elegante e dal fascin...
Idee regalo natalizie per aspiranti sommelier
Come ogni anno durante il periodo natalizio, le persone si armano d'impegno per riuscire a trovare un regalo che corrisponde alla personalità del rice...
Arredamento Green
L'ecologia ha invaso ogni ambiente, residenziale, d'ufficio, di svago e non solo attraverso l'uso di prodotti d'arredo e accessori tecnologici a rispa...
Il mobile significante e la Fondazione Aldo Morelato
“Il mobile significante” è il nome di un concorso promosso dalla fondazione Aldo Morelato e ormai arrivato all’ottava edizione. Il fulcro dell’edizion...


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *