Condividi e Rimani Aggiornato

RSS Feed

Scegliere i materiali per arredare

Materiali innovativi per il disegno degli interni

Quale materiale scegliere per arredare

La scelta del materiale per le finiture ha la stessa importanza del progetto delle forme

Nell’arredo oltre alle forme ed al progetto, molta importanza ha il materiale. Una giusta scelta del materiale aggiunge valore estetico, crea un carattere, un segno al disegno d’interni.

I materiali innovativi e la ricerca possono essere fondamentali, aggiungere all’estetica una nuova funzionalità, caratteristica tecnica o commerciale, rendendolo molto utile in un nuovo modo di progettare o solamente molto competitivo sul mercato.

La ricerca quindi è improntata su materiali nuovi, che se anche pensati per campi specifici e molto settoriali, poi utilizzati in campo merceologico poiché con caratteristiche innovative e quindi fruttuosi sul mercato.

I materiali innovativi avanzati o a complessità gestita sono ottimizzati in specifici impieghi, quindi non coprono come i materiali tradizionali, una vasta gamma di utilizzo.

Possono garantire prestazioni variabili, controllabili, modificare caratteristiche fisiochimiche in base a stimoli ed impulsi esterni od avere prestazioni impensabili.

Anche nel campo delle finiture e lavorazioni superficiali vi sono innovazioni prestazionali ed estetiche nuove: incisioni selettive, pallinature, sabbiature, taglia getto d’acqua, fresature a controllo numerico, sinterizzazioni laser selettive.

I materiali innovativi sono molti, soprattutto nel campo dell’edilizia, ma anche nell’arredo si posso intravedere soluzioni tecnologiche di altissimo rilievo.

Molti di questi materiali sono resine o composti che riescono a dare alte prestazioni oltre che particolari ambientazioni.


Scegliere i Materiali

. Resine epossidiche – flessibili, atossiche, incolore. Materiale generato senza giunture, con spessore fino a 3 mm. Usato per pavimentazioni di ogni genere, ma anche per arredi e complementi.

. Schiume poliuretaniche – modellate tridimensionalmente, rivestite di PU ( poliuretano ) producibile in ogni colore. Rivestimento studiato per arredi di vario genere.

. Silestone – composto in quarzo al 94%, garantisce grazie al biossido di silicio cristallizato, durezza e resistenza straordinaria. I piani top di questo materiale con protezione arriva antibatterica garantiscono un’alta qualità igienica. Utilizzato soprattutto per superfici di cucina o bagno.

Cucina in Silestone

. Hi macs – o pietra acrilica. Conserva la durezza della pietra ma può essere lavorata come un legno duro. 70% polvere naturale di bauxite con 25% di resina acrilica e 5% pigmenti naturali. Il materiale grazie a lavorazioni successive avrà resistenza a calore, urti, graffi, raggi UV e struttura interna omogenea.

Arredo in Hi-macs

. Ecofirek – microfibra di altissima qualità che non utilizza resine. Questo ne garantisce la morbidezza, è un materiale ignifugo e personalizzabile in tutte le tinte e finiture.

. Corian – 2/3 minerale naturale (tri-idrato alluminio) con 1/3 di resina acrilica. Resistente robusto, duttile, facile lavorazione, igenico, non poroso,durevole. Ha moltissime qualità ed è il materiale più innovativo e bello in commercio. Si può utilizzare in tutti i contesti e lascia libero spazio all’immaginazione del progettista.

Cucina in Corian.

Gres porcellanato – è una ceramica a pasta dura e compatta. Non è un materiale poroso, infatti la parola gres indica che la piastrella è greificata, compatta ed incredibilmente resistente. Ha bassissimi valori di assorbimento d’acqua e una grande resistenza alla flessione ed abrasione. Con l’aggiunta di minerali all’interno dell’impasto la colorazione diviene più brillante.



Living in gres porcellanato

. Kerlite – nasce dalla combinazione dei materiali base del grès, quali argille, caolini e feldspati, sottoposti a giusta pressione per l’inserimento dell’elemento decoro ed infine assicurarne la resistenza attraverso il processo della cottura.

Posa Kerlite

. Mattoni in vetro: vetro trattato ad alte prestazioni, ecologico, atossico, resistente a fuoco, compressione (circa 2500 kg per cm cubo.

Bagno con mattone in vetro

. Alluminio graffiato o levigato in spessore di 8 mm

ARREDO HI TECH

La continua ricerca ed innovazione del settore ha dato vita ad una metodologia d’arredo chiamata Hi-tech, che si basa appunto su tutto ciò che è innovazione e tecnologia.

Questo metodo di arredo ricerca l’ordine, la facilità di pulizia e la massima efficienza unito a tutto ciò che le ultime innovazioni concendono.

Lo si riconosce per le scelte dei colori e delle forme, ispirate all’industria ed alla tecnica.

I materiali utilizzati possono essere molteplici ma tutti ovviamente con la componente tecnologica di ultima generazione.

Tra questi il materiale che più spicca è sicuramente l’acciaio, soprattutto in cucina e negli elementi di questa costitutivi. L’acciaio è l’elemento base dell’hi-tech perché dona sensazioni di pulizia ed ordine, anche se è il materiale più “old”, quello da cui è partito il pensiero hi-tech.

Le pavimentazioni ovviamente si rifanno a quelle industriali, quindi resine di ogni tipo.

Ma sono i materiali di ultima generazione a sottolineare lo stile. Il Corian, Silestone o Hi macs possono ricoprire intere superfici od ambienti come cucina, bagni o camere. Nelle stanze sono preferibili laccati lucidi o metalli vari (o l’ecofirek).

Le forme dei mobili sono ricercate e futuristiche, tutto è permesso basta che sia un nuovo concept.

Il colore avrà il suo ruolo fondamentale, rigoroso: scale di grigi, bianco, scale di colore sabbia e chiaramente il nero. Eleganti ma neutri.

Lo stile Hi-tech comprende anche tecnologie ecologiche di ultima generazione come pannelli solari o fotovoltaici, impianti integrati con domotica per il controllo a distanza di tutti i dispositivi elettronici e quant’altro il mercato offra in campo tecnologico.

Questo metodo d’arredo si adatta a tutte le tipologie di abitazione, sta all’abitante decidere se questa metodologia o meglio concezione del vivere sia congeniale. La casa assume una connotazione fredda, rigorosa, dura ma allo stesso tempo molto elegante e con uno stile particolare.

L’arredo assume forme complesse, non familiari ma allo stesso tempo la ricerca dei materiali porta nuove funzionalità e razionalità.

Be Sociable, Share!



  




Altri articoli che potrebbero incuriosirti:

Legno per arredare: ritorno alle origini
Negli ultimi decenni, in materia di scelte dei materiali per la decorazione e l'arredo di interni, si è visto diffondersi enormemente la preferenza de...
Arredo bagno: il lavabo
Il lavabo è parte integrante delle nostre “stanze da bagno”. La sua funzione principale è raccogliere l’acqua igienico sanitaria utilizzata, ad esempi...
Le porte interne: varchi significativi e funzionali
Anche la porta diventa un segno architettonico importante che caratterizza l’abitazione. Alcuni consigli pratici su come sceglierle e sulla messa in o...
Tappeti: stravaganze per la nostra casa
Stanchi dei soliti tappeti monocolore? Volete qualcosa di particolare e unico per la vostra casa, che stupisca tutti i vostri ospiti e dia un tocco di...
Scegliere il materasso per i bambini per garantire un riposo sano
Un buon riposo è salutare per un adulto ma altrettanto indispensabile per i bambini perché ne favorisce la crescita e non solo quella fisica. ...
La LAVANDERIA in poco spazio
Gli appartamenti spesso non sono provvisti di doppio bagno, o semplicemente, non hanno lo spazio necessario per creare una zona prettamente dedicata a...
Lampade e lampadari per le feste 2011/2012
Quale occasione migliore delle imminente feste natalizie 2011/2012 per portare qualche tocco di novità al nostro arredamento, anzi per la precisione q...
Lo Space Clearing attraverso il risanamento energetico
Se ragioniamo sulla realtà e sul mondo che ci circonda è molto facile capire che forse tutto è molto più complicato di come ci appare, la nostra visio...


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *