Condividi e Rimani Aggiornato

RSS Feed

PORTAmivia, uno dei progettio premiati a “La casa del III millennio”

La Casa del III Millennio è un concorso indetto e promosso dal CNA di Prato in collaborazione con il CNA di Arezzo. Per la quarta edizione consecutiva si presenta come un’importante occasione di riflessione sulle possibilità innovative dell’abitare.

Il curatore è Gilberto Corretti, noto maestro del Design del nostro paese e fondatore di Archizoom. Corretti ci presenta l’iniziativa in questo modo:

La Casa del III Millennio

La Casa del III Millennio

L’evento è principalmente un incontro di presenze umane che mettono a servizio degli altri la loro esperienza e conoscenza per la nascita di nuove opportunità per tutti. In questo scenario, che purtroppo ci vede al centro di una crisi non solo economica ma soprattutto di idee, abbiamo tutte le risorse necessarie a disposizione ma spesso mancano le intuizioni giuste per poter concretizzare. La Casa del III Millennio vuole essere un’iniziativa che favorisca i contatti, la cultura e l’interazione tra i produttori e i progettisti. Queste due figure devono riuscire a ritrovare la fiducia reciproca che in passato ha dato vita alla qualità del design italiano”.

La partecipazione è stata alta, i progetti che vedranno la luce grazie a dei prototipi sono 23. I vincitori sono 5, ai quali si aggiungono 18 menzionati.

Secondo la giuria di qualità e secondo il CNA tutti i progetti premiati si adattano a pieno alle esigenze della nostra società contemporanea, soprattutto per la loro grande flessibilità ed adattabilità.

Un altro elemento importante di questi progetti è l’aspetto divertente di ognuno di essi, che però non mete mai in secondo piano l’aspetto più importante: cioè quello pratico.

Nell’ambito della continua ricerca e ottimizzazione dello spazio vi presentiamo uno dei cinque progetti vincitori, quello che secondo noi risulta più vicino alle necessità e alle esigenze di una casa moderna.

Dal dal 2 al 18 dicembre tutti i progetti saranno visionabili a Prato  nella mostra progettata all’Urban Center da Gilberto Corretti.

Gianmaria Belcore presenta PORTAmivia

PORTAmivia,

La Casa III Millennio PORTAmivia

Con queste parole viene presentato ufficialmente da La Casa del III Millennio il riuscito progetto di Giammaria Belcore: “Modificare e destrutturare una porta per rispondere alle nuove esigenze domestiche e ai mutevoli modelli abitativi: è questo il concept alla base di PORTAmivia. Arricchita di nuove funzionalità, la porta così ideata diventa un elemento di continuità – e non più di separazione – con gli ambienti”.

La porta è da sempre uno degli elementi più importanti nelle nostre case, anzi è fondamentale, ormai non si tratta di un semplice elemento funzionale in grado di assolvere solo la funzione preposta, è un oggetto d’arredo ed è giusto che possa svolgere differenti funzioni.

In questo progetto la porta per come la si intende comunemente viene del tutto stravolta e riprogettata.  Il processo di realizzazione è molto interessante: la struttura principale della porta è comune ad ogni elemento prodotto, le partizioni interne sono invece modulabili sulle proprie esigenze. Sarà possibile decidere se inserire piccoli contenitori, alloggiamenti per cd o libri, addirittura uno spazio per le piante. Solo grazie ad un’attenta e tecnologica lavorazione laser è possibile personalizzare completamente questa speciale porta multiuso.

Questo progetto non solo rivela una enorme funzionalità, in un solo colpo riesce a destrutturare completamente il significato dell’elemento porta: non più un segno netto di divisione ed esclusione, bensì una sorta di dialogo tra i diversi spazi che compongono l’abitazione.

Il concetto è quello della parete attrezzata, reso ancora più chiaro nelle versioni che ospitano un sistema di illuminazione nella parte superiore.

PORTAmivia, non solo funzionalità ma anche rispetto della natura 

PORTAmivia non è solo un’idea innovativa, come molti progetti presentati da La Casa del III Millennio anche in questo caso una forte attenzione è rivolta al rispetto della natura e all’uso di materiali ecosostenibili.

In mostra a Prato

In mostra a Prato

Alla base di questo progetto c’è infatti la volontà di utilizzare materiali di scarto. Il legno utilizzato è riciclato e riutilizzato in listelli di lunghezze e spessori variabili. Anche le essenze utilizzate sono molteplici. Per la verniciatura del legno si utilizzeranno oli trasparenti, cere e balsami ecologici. Quando non è possibile utilizzare queste sostanze si è scelto di ricorrere alle vernici ad acqua, sostanze comunque a basso impatto ambientale.

Be Sociable, Share!



  




Altri articoli che potrebbero incuriosirti:

Costruire una casa in legno sull'albero
La casa sull’albero è il sogno di ogni bambino ma a volte rimane anche quando si diventa grandi ed allora alcuni se la costruiscono veramente.  um...
Bagno con vista: bagni originali senza bisogno di pensare all’arredamento
I bagni più belli e panoramici, nonché “coreografici” sono stati raccolti da Luke Barclay in circa 50 fotografie da tutto il mondo raccolte ...
Il Salone del Mobile di Milano compie 50 anni
Nel settembre del 1961 nasce il primo Salone del Mobile di Milano per iniziativa  di un gruppo di imprenditori che credevano nell’innovazione  delle p...
L'orto in casa, 7 idee originalissime dal mondo del design
Quando si parla di risparmio e convenienza, pochi pensano ai vantaggi che può portare un orto urbano. Non è necessario possedere una casa con il giard...
Giochi e arredi per bambini: le novità
E come ogni anno il design cerca di pensare ai più piccoli realizzando una serie di giochi e arredi per bambini, capaci di interagire con i piccoli fa...
Bambole Kokeshi, bambole giapponesi tra tradizione e moda
Di sicuro vi sarà capitato di vedere girando per negozi una moltitudine di piccole bambole lignee in stile giapponese, dai colori accesi e l’aspetto r...
Linee morbide per le ultime cucine di design
Dare spazio ad un design morbido, dalle linee sinuose e senza spigoli, è un trend che ritorna spesso in auge sia per l’arredamento che per la comp...
L’outlet del mobile di design, diventa realtà
Se siete amanti del design ma spesso il prezzo non può che frenarvi finalmente ci sono buone notizie per voi. Apre a Santhià il primo outlet dedicato ...


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *