Condividi e Rimani Aggiornato

RSS Feed

Poltrone di design. Criteri che aiutano nella scelta

Se affermiamo che le poltrone non sono tutte uguali per chi deve acquistarle di sicuro penserete che stiamo dicendo qualcosa di estremamente ovvio. Si tratta di un’affermazione assolutamente vera e meno scontata di quanto possa sembrare. Per capire bene di cosa si parla, e quindi riuscire a far sembrare meno ovvio ciò che è stato appena affermato, è necessario valutare una poltrona nella sua intera complessità.

Durante la progettazione di un qualsiasi pezzo di arredamento il designer ha ben presente che l’acquisto non è semplicemente legato all’aspetto esteriore dell’oggetto, si tratta infatti di una delle molteplici componenti che formano il difficile processo decisionale di un acquirente.

Lounge Chair di Charles Eames

Lounge Chair di Charles Eames

Un oggetto di arredamento deve essere per prima cosa coerente con il contesto, per esempio sociale ed economico, nel quale lo si inserisce. Secondariamente, ma non per grado di importanza, vanno valutati attentamente forma, materiali utilizzati, colori e tipologia di tessuti.

La complessità di tali elementi saprà rispondere alle esigenze del consumatore. Indirizzandolo ed aiutandolo a compiere la scelta migliore.

Un altro elemento importante, in grado di condizionare l’acquisto, è rappresentato dal tipo di lavorazione utilizzata per ottenere l’oggetto d’arredo. Anche l’esclusività spesso svolge un ruolo fondamentale per orientare la scelta.

Una questione di “valori”

Poltrone di design

P40 di Osvaldo Borsani

La forma di una poltrona molto spesso è influenzata dallo status, reale o presunto, di chi la acquista e la vuol far diventare un pezzo importante del proprio arredamento. In questo senso non è sempre importante ciò che si è effettivamente, è molto più importante quello che si vorrebbe essere: quindi se ci si sente particolarmente nobili d’animo si riuscirà a scegliere con maggiore leggerezza una ricchissima sedia barocca, perché il nostro animo è nobile e quello è l’oggetto migliore che può rappresentarlo.

E’ facile parlare in questi termini quando si trattano singoli pezzi d’arredo, alle volte speciali o in edizione limitata. Quando un oggetto di arredamento come una poltrona ha il compito di soddisfare le necessità di un pubblico più vasto (in particolare quando ci si deve affidare alla grande distribuzione) è importante che il singolo pezzo di arredo sia in grado di adattarsi con più facilità a differenti esigenze.

A questo punto esistono alcune caratteristiche insite nell’arredo che riusciranno a fare la differenza. Per esempio il materiale utilizzato è in grado di definire in maniera piuttosto corretta differenti “scuole di pensiero”. Per quanto riguarda le poltrone normalmente sono realizzate o in legno, oppure in metallo. Già solo la distinzione fra questi due differenti materiali potrà aiutarvi nella scelta del pezzo giusto per voi. Se avete uno stile più retrò, meno minimalista, che guarda un po’ al passato, scegliete il legno. Se amate invece lo stile minimalista, dove ogni decorazione è di troppo, la scelta giusta sarà sicuramente il metallo.

Poltrona Lady di Marco Zanuso

Poltrona Lady di Marco Zanuso

Anche la scelta del materiale che riveste la poltrona da buone indicazioni sul proprio modo di essere. Per esempio la scelta della pelle potrebbe indicare una sorta di superiorità, in mezzo per soddisfare il proprio ego.

I tessuti di rivestimento più semplici, come il cotone, potrebbero essere indice di uno stile più moderato. Si potrebbe andare avanti all’infinito con questo tipo di valutazioni, già comunque affrontate da esperti del settore che per lavoro valutano ogni singolo dettaglio del prodotto definendo il profilo dei potenziali e diversi acquirenti.

Esiste la poltrona di design ideale?

Dopo tutte queste parole spese per far capire che la scelta di una poltrona è difficile per chi acquista ma nasconde una miriade di informazioni diverse per chi la progetta potrebbe capitare che vi stiate chiedendo se esiste una poltrona ideale anche per voi.

Le Bambole di Mario Bellini - Campagna pubblicitaria di Oliviero Toscani

Le Bambole di Mario Bellini – Campagna pubblicitaria di Oliviero Toscani

La risposta è sicuramente affermativa, anche perché la ricerca di nuove soluzioni in questo campo non si arresta mai.

Esistono poi pezzi fondamentali del design che hanno fatto la storia, e che stanno ad indicare che ogni nuovo prodotto è un attento studio in evoluzione continua verso il soddisfacimento di nuovi bisogni di chi acquista.

Per esempio la “Lounge Chair” di Charles Eames nasce da un bisogno di non fermarsi alla singola poltrona ma di creare qualcosa in più che avesse a disposizione anche uno spazio per appoggiare i piedi. Per quanto riguarda il design italiano sicuramente possiamo ricordare la celebre “P40” realizzata da Osvaldo Borsani, dove schienali e braccioli sono facilmente regolabili per soddisfare ogni esigenza. Ricordiamo anche la “Poltrona Lady” di Marco Zanuso, o “Le Bambole” di Mario Bellini, con la famosissima campagna pubblicitaria ideata da Oliviero Toscani con la bellissima modella Dona Jordan seminuda su un pezzo di design che è ormai storia.

Be Sociable, Share!



  




Altri articoli che potrebbero incuriosirti:

Poltrone con schienale alto:ci proteggono nel relax seduti su una poltrona di design
In principio c'era la poltrona. Oggi le poltrone sono disponibili in molte forme e materiali che danno vita ad una crescita esponenziale di stili ...
Appendiabiti di design e multifunzionali
Qual è una delle prime cose che facciamo appena entrati in casa?Sicuramente spogliarci. A seconda delle stagioni indossiamo il cappotto, la giacca ...
La raccolta differenziata HI TECH: FOODO
Il pianeta ha bisogno di noi, e come ormai tutti sanno, è dal piccolo che si parte per salvare l'ecosistema. Il problema più grosso è il fatto che ...
Divani letto per dormire comodi anche in poco spazio!
Il divano letto: un valido arredo salvaspazio Anche dove gli spazi, perché  ridotti, non  consentono di mettere a disposizione  una camera  in più...
Una tazza di design per ogni occasione
Ogni giorno noi utilizziamo un accessorio da cucina molto particolare, che si tratti infatti di bere il caffè, il tè o una tisana, non possiamo fare a...
Novità di design al Salone del Mobile di Milano
Come ogni anno sta per iniziare il Salone del Mobile di Milano, occasione perfetta per i designer e le case produttrici per presentare le ultime creaz...
SOUND e DESIGN: in un solo diffusore acustico cura della forma e del suono
Si può disegnare il suono? Se lo sono chiesti un paio di progettisti e pare ci siano riusciti. Un designer comasco, Ubaldo Samuelli, ed un ingegn...
Originali tappi di bottiglia per conservare il vino aperto durante le feste
Ma quanti vini, spumanti, birre e champagne avete avanzato? In ogni casa, soprattutto dopo le feste, rimangono alcune bottiglie che non sono state fin...


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *