Condividi e Rimani Aggiornato

RSS Feed

Al Museo Leonardo da Vinci di Milano: Eureka! Le intuizioni geniali di Archimede

A Milano, fino alla fine di marzo 2012, è possibile assistere ad una mostra interattiva dedicata alle invenzioni dello scienziato siracusano Archimede. La sede è il Museo della Scienza e della Tecnica Leonardo da Vinci.

Archimede tra storia e leggenda

Interazione, audiovisivi e nuovi supporti tecnologici guideranno il visitatore attraverso la vita di Archimede, in più sarà possibilevivere l’esperienza unica di provare le sue invenzioni in prima persona.

Museo Leonardo da Vinci Milano

Eureka! Le intuizioni geniali di Archimede

E’ possibile entrare a contatto con tutto il suo mondo fatto di ricerche nei campi più svariati: meccanica, idrostatica, geometria, matematica, e molto altro.

Conoscere i principi di Archimede è facile, tutti a scuola abbiamo studiato alcuni dei suoi teoremi. Ma saggiare in prima persona quello che davvero sta alla base di queste teorie non è un’esperienza ripetibile tutti i giorni. Osservando i comportamenti sicuramente la comprensione delle regole è molto più facile. Ed è proprio per questo che l’esposizione si basa in larga parte sull’esperienza interattiva: si tratta di un’esplorazione vera e propria tra storia e leggenda, un’esperienza unica per verificare quello che inconsciamente abbiamo tutti i giorni a portata di mano.

Ad alimentare la leggenda del personaggio di Archimede c’è anche il fatto che delle sue opere rimane davvero molto poco: tra queste sicuramente le trascrizioni dei più importanti lavori di matematica pura e applicata. Per quanto riguarda invece l’aspetto ingegneristico volutamente non è stato lasciato nulla, si sarebbe trattato di un’attività poco nobile, molto lontano dall’assoluta praticità che doveva avere ogni sua invenzione. Tutto ciò è servito ad alimentarne la leggenda, miticizzando le sue macchine, che con il passare del tempo hanno spesso assunto peculiarità quasi magiche.

Un’area specifica della mostra, definita “Agorà”, servirà proprio per dar libero sfogo alla fantasia, alla scoperta di curiosità e storie affascinanti sulle opere di questo personaggio ormai entrato nel mito.

Organizzazione del percorso espositivo

Percorso espositivo mostra

Percorso espositivo mostra

La mostra è suddivisa in quattro differenti ambiti tematici, all’interno di queste aree sono state ideate dodici postazioni interattive dove, grazie anche all’utilizzo di materiale audio e video di supporto, sarà possibile mettersi alla prova e trovarsi faccia a faccia con le sue strabilianti scoperte.

La prima area comprende le macchine di Archimede, sia quelle di uso comune che quelle meno convenzionali. Naturalmente ogni macchina esposta in quest’area si basa sui fondamentali principi geometrico – meccanici, nate tutte dai bisogni reali dell’uomo, come risoluzione ad esigenze pratiche.

La seconda parte della mostra affronta forse la teoria più affascinante elaborata da Archimede, quella riguardante la fisica dei corpi solidi e dei corpi liquidi.  Qui è possibile assistere al funzionamento di macchine basate su statica ed idrostatica. Questi semplici principi sono alla base della fisica classica e moderna.

Nella terza parte della mostra si entra nel mondo della matematica e dei grandi numeri: pi – greco, concetto di limite, le coniche, le spirali, è tutto spiegato, compresa la legge dei grandi numeri che da sempre appassiona scienziati e non.

L’ultima parte della mostra è dedicata all’astronomia. Spesso lo si tralascia ma Archimede era anche un importante astronomo riconosciuto anche al suo tempo. Quest’area serve principalmente per far capire quanto fosse avanzata l’astronomia ellenistica. Non dobbiamo infatti dimenticare che proprio queste teorie rimasero immutate e come unico riferimento per circa due millenni. Solo Copernico, Galileo e Keplero misero in dubbio questo sistema sul quale si basarono culture, alleanze, guerre e regni.

Il progetto Archimede e il museo di Siracusa

progetto Archimede e il museo di Siracusa

La cultura classica del Mediterraneo

L’idea di questa esposizione nasce dalla collaborazione tra Consiglio Nazionale delle Ricerche e Novamusa. Si tratta di un’esposizione inserita in un contesto più ampio che comprende anche la creazione di un museo dedicato ad Archimede. La sede sarà proprio Siracusa, sua città di origine, presso Palazzo Pupillo.

A fine marzo molte postazioni presenti a Milano raggiungeranno Siracusa e serviranno come mezzo di divulgazione scientifica per valorizzare un importante pezzo di storia della cultura del Mediterraneo.

Il progetto è ambizioso, l’intento anche: valorizzare le origini classiche, e mediterranee della cultura scientifica. Archimede, tra logica e leggenda, è solo l’inizio.

Be Sociable, Share!



  




Altri articoli che potrebbero incuriosirti:

Radiatore e termoarredo: le ultime novità per arredare scaldando
Perché accontentarci del classico e un po’ bruttino radiatore? Non bisogna per forza pensare che, siccome il termosifone ha una sua funzione ben pr...
Le porte interne: varchi significativi e funzionali
Anche la porta diventa un segno architettonico importante che caratterizza l’abitazione. Alcuni consigli pratici su come sceglierle e sulla messa in o...
Grazie a Apple con iKey iPhone mai più chiavi metalliche
Un’innovazione rivoluzionaria di questa portata non può che avere il nome di Steve Jobs e il marchio Apple. Sembra che il colosso Apple abbia registra...
FOOD DESIGN (3° PARTE): accessori cucina multiuso pratici e divertenti
Per la terza parte del foodesign, voglio soffermarmi su alcuni accessori che ho trovato in giro per la rete e per i negozi della mia città che mi hann...
CARAFFE FILTRANTI: vizi e virtù
Filtrare l'acqua del rubinetto con le caraffe filtranti Il green style ha travolto, come una ventata veemente quando si aprono le finestre, gli spazi...
Hidden Heroes. La genialità degli oggetti comuni esposti a Londra
Sono oggetti comuni. Li usiamo tutti i giorni. Influenzano la nostra vita. Sono prodotti in serie. Sono così comuni che di rado ci siamo soffermati a ...
Decorare con il fai da te porte e finestre con gli adesivi per vetri
Qualsiasi ambiente della casa acquista un valore aggiunto se ben illuminato dalla luce naturale, ampie vetrate oltre a regalare agli interni luce ...
Il mobile significante e la Fondazione Aldo Morelato
“Il mobile significante” è il nome di un concorso promosso dalla fondazione Aldo Morelato e ormai arrivato all’ottava edizione. Il fulcro dell’edizion...


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *