Condividi e Rimani Aggiornato

RSS Feed

3 motivi per comprare una lavastoviglie

comprare una lavastoviglie

Comprare una lavastoviglie può essere una scelta volta al risparmio energetico

Tra gli elettrodomestici è forse quello ritenuto meno indispensabile, si pensa infatti che c’è ne siano già troppi in casa, tra frigorifero, lavatrice, forno, microonde, asciugatrice, forse si può evitare di acquistare una lavastoviglie, soprattutto se in famiglia si è in pochi e non ci sono tutti questi piatti da lavare.

Eppure non è così, le lavastoviglie, soprattutto quelle di ultima generazioni, sono diventate indispensabili all’interno dell’economia domestica, i motivi sono svariati ma quasi tutti hanno come motivazione principale il risparmio energetico, e di conseguenza quello economico.

Non ci credete? Ecco qualche informazione e alcuni miti da sfatare.

3 motivi per comprare una lavastoviglie

1) Il risparmio d’acqua

Spesso i detrattori della lavastoviglie sostengono che lavando i piatti a mano si risparmi acqua e corrente elettrica, ma non è proprio così, infatti la quantità di acqua che si utilizza per lavare i piatti a mano è quasi cento volte superiore a quella che usa la lavastoviglie per lavare lo stesso numero di piatti.

Una quantità di acqua davvero non indifferente, e in tempi di crisi idrica e di attenzione al consumo dell’acqua, questi sprechi non sono più ammissibili, soprattutto se si pensa che una lavastoviglie consuma mediamente 10-12 litri per ogni carico.

2) Il risparmio energetico

E per quanto riguarda l’energia elettrica? Anche qui ci sono diverse sorprese, per ogni ciclo di lavaggio infatti il consumo medio di energia elettrica è di solo un kilowattora, e con i nuovi modelli si riesce addirittura a risparmiare ulteriormente.

Con un po’ di attenzione e impegno i costi diminuiscono ancora, basta solo utilizzare la lavastoviglie nelle fasce orarie durante le quali le tariffe dell’energia elettrica sono più basse, come ad esempio la sera.

3) Il risparmio di tempo

Non ci si pensa ma quanto tempo si risparmia con la lavastoviglie? Certo bisogna caricarla e poi rimettere tutte le stoviglie al loro posto, ma per lavare a mano i piatti di una famiglia di quattro persone si impegnano mediamente quattro ore e mezza la settimana, che moltiplicato per tutto l’anno fanno 230 ore l’anno, quasi un mese di lavoro. Ne vale la pena?

3 consigli sulla corretta scelta e utilizzo della lavastoviglie

1) La quantità di carico

scelta lavastoviglie

Nella scelta della lavastoviglie un importante aspetto e la capacità di carico

Per stare attenti ai consumi e agli sprechi c’è un altro aspetto da considerare, la capacità di carico della lavastoviglie.

È importante infatti non fare partire il ciclo di lavaggio se la lavastoviglie non è piena, tranne casi eccezionali, sarebbe sempre preferibile aspettare di riempirla, cercando di scegliere al momento dell’acquisto, l’elettrodomestico che meglio si adatta alle nostre necessità.

In commercio infatti ci sono ormai tantissimi modelli, e ognuno di essi ha una diversa capacità, si può addirittura arrivare a 13, 15 e anche 17 coperti.

Le griglie presenti all’interno della lavastoviglie permettono inoltre di poter lavare ormai di tutto, qualsiasi piatto o pentola, perché a seconda dello loro dimensioni le griglie possono essere spostate, aggiunte o tolte, una grande versatilità, che ci agevola nelle fasi di carico.

2) Il lavaggio

È capitato a chi possiede e usa una lavastoviglie di trovare delle stoviglie sporche e non ben lavate, questo però dipende solo dalla scelta del programma di lavaggio, magari i piatti erano molto incrostati e si è utilizzato un programma  adatto allo sporco medio, ma è solo questione di esperienza, con un po’ di pratica si riesce a imparare facilmente quale sia il lavaggio e il programma adatto alla situazione.

I nuovi modelli hanno poi modi sempre diversi per pulire,  nuove tecnologie, come getti d’acqua più o meno forti che agiscono direttamente sullo stoviglie, o soffi di vapore che sciolgono lo sporco.

E se proprio non siete portati per la scelta del tipo di lavaggio ci sono anche le lavastoviglie con i programmi automatici, capaci di decidere da sole attraverso dei sensori messi ad hoc, quale programma utilizzare a seconda del grado di sporco e del carico.

3) Il rumore

Le lavastoviglie moderne sono diventate silenziosissime

È vero, le lavastoviglie possono essere molto rumorose, ma questo succede con i vecchi modelli, ora i nuovi elettrodomestici sono assolutamente silenziosi.

Ogni modello ha caratteristiche diverse, a seconda delle nostre necessitò, dei nostri gusti, e delle nostre finanze, possiamo scegliere la lavastoviglie che vogliamo, ma in generale i decibel prodotti sono davvero molto bassi, con modelli che arrivano a produrre 40- 50 decibel massimo.

Non vi accorgerete nemmeno di quando lei starà lavorando al posto vostro.

Be Sociable, Share!



  




Altri articoli che potrebbero incuriosirti:

Tendaggi: Tende da interni come arredamento
Scegliere i tessuti per le tende da interni. Se si desidera un sistema di tendaggio del tipo a pannelli mobili, la scelta del materiale o del tes...
SCALE A CHIOCCIOLA:come scegliere una scala a chiocciola
Se state recuperando un sottoscala, ampliando il vostro appartamento su due livelli o ancora risistemando la cantina con una zona soppalco, la sol...
PURIFICATORE D’ARIA INNOVATIVO: ANDREA AIR
Purificatore d'aria ecologico L’ecologia ormai è al primo posto. Ogni designer, architetto ed ingegnere svolgono il proprio lavoro con un occhio di r...
Scegli la sedia di design che fa per te: siediti con stile
La sedia apparentemente è un oggetto così comune che a volte passa in secondo piano. In realtà è un complemento d’arredo molto importante per la re...
L'Albero di Natale: come scegliere e addobbare
Se volete festeggiare un Natale davvero tradizionale, in casa o nel vostro giardino, non potrà mancare un albero di Natale. Il problema sta però ne...
Shopper e shopping bag eco-friendly benvenute
Dal 1° gennaio 2011, le buste di plastica, secondo la Finanziaria 2007, sono state bandite, a causa della loro capacità inquinante, troppo pericolosa ...
Come scegliere le porte interne
Oggi chi si trova a dover scegliere le porte per il proprio appartamento si trova davanti ad una vasta gamma di materiali, colori, finiture e ovviamen...
Novità in cucina, un forno elettrico da incasso con connesione wi-fi
L'ambiente cucina è in continua evoluzione, ogni anno ad opera di designer e aziende del settore è possibile trovare sul mercato mobili ed elettro...


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *