Condividi e Rimani Aggiornato

RSS Feed

Il mobile significante e la Fondazione Aldo Morelato

“Il mobile significante” è il nome di un concorso promosso dalla fondazione Aldo Morelato e ormai arrivato all’ottava edizione. Il fulcro dell’edizione 2011 è stato il rapporto tra confort e funzionalità negli spazi di lavoro.

A partire dal 3 dicembre tutti i lavori, compresi quelli dei vincitori, sono in mostra a Sanguinetto, nei pressi di Verona.

L’idea dietro al concorso

Come già abbiamo detto i promotori di questo evento sono la Fondazione Aldo Morelato e il suo Osservatorio.

Si tratta di un concorso nato per stimolare l’innovazione nel settore del mobile, individuando anche nuovi scenari e tendenze future.

La struttura modulare Balocco

La struttura modulare Balocco

L’intento è inoltre quello di promuovere nel campo internazionale, soprattutto per quanto riguarda la cerchia degli addetti ai lavori ma senza dimenticare il pubblico più ampio, realtà produttive di alto livello qualitativo assolutamente degne di nota.

Per il distretto veronese si tratta di obiettivi mossi da una grande ambizione. Oltre al concorso indetto ormai da otto anni, si affiancano anche altre iniziative molto importanti, come Giornate Internazionali di Studio, utili a far conoscere un settore in continuo sviluppo, orientando la nostra produzione ad un più ampio respiro internazionale.

Il concorso in questione è aperto a designer e creativi in generale, senza vincolo di età.

Chi ha vinto l’edizione 2011

L’edizione 2011 del concorso era incentrata sugli spazi lavorativi. Il primo premio è stato assegnato al sistema “Balocco”con la seguente motivazione della giuria: si tratta di un mobile “in grado di soddisfare e incrementare esteticamente lo spazio di lavoro attraverso strutture modulari aperte a molte soluzioni ambientali”.

Balocco è infatti una struttura modulare e flessibile, ad elementi singoli ma con la possibilità di essere composti ed accostati. La flessibilità non sta solo nella forma compositiva ma soprattutto nell’utilizzo di questi blocchi: è possibile utilizzarli agganciati a parete o come divisori interni da collocare in centro stanza.

Il mobile significante e la Fondazione Aldo Morelato  

Giano

Il progettista è Giuseppe Di Serafini, Morelato si occuperà della produzione.

Un altro progetto segnalato dalla giuria, vincitore ad ex equi e degno di nota, è “Giano”: tavolo realizzato da Rocco De Gennaro e Andrea Favoni.

Si presenta come elemento con due differenti usi, o come canonico piano d’appoggio dalle linee essenziali, in alternativa può essere anche utilizzato come espositore bidimensionale dotato di cavalletti ruotanti che facilitano la messa in verticale.

Un altro progetto segnalato dalla giuria è il tavolo Yin e Yan progettato da G. Meneghello e G. Strobbe.

Pronti per l’edizione 2012

Archiviata l’ottava edizione del concorso “il mobile significante” si è pronti per partire con la prossima.

Per la nona edizione del concorso il tema proposto è  “I Luoghi domestici. Oggetti d’arredo per gli spazi di convivialità”.

Si tratta di un tema molto importante poiché negli ultimi dieci anni lo spazio domestico è andato modificandosi e plasmandosi sulle nuove esigenze della società e dei ritmi moderni: sono cambiati gli assetti familiari, i rituali di convivialità e il modo di vivere gli spazi.

Yin Yan

Yin Yan

La fondazione che indice il concorso chiede quindi che venga realizzato un oggetto in grado di esaltare il legno, senza però dimenticare le nuove funzioni svolte all’interno dei nuovi spazi domestici.

Come per ogni edizione questo concorso è aperto sia a partecipanti italiani che internazionali, a designer di professione ma anche studenti.

Il materiale richiesto, scaricabile dal bando presente sul sito dell’associazione, deve essere inviato entro – e non oltre – il 15 maggio 2012.

Il progetto che riceverà il primo premio, oltre ad un compenso economico vedrà anche la realizzazione di un prototipo che entrerà di diritto a far parte della collezione permanente del MAAM (Museo sull’Arte Applicata nel mobile contemporaneo).

A discrezione dell’organizzazione il progetto potrà inoltre essere replicato in un numero limitato di esemplari.

Per maggiori informazioni vi consigliamo di consultare il sito www.fondazionealdomorelato.org.

Be Sociable, Share!



  




Altri articoli che potrebbero incuriosirti:

Arredo fai da te: Creare un puff utilizzando vecchi copertoni
Un progetto non particolarmente complesso e decisamente economico per realizzare delle simpatiche e originali sedute, ottime per interni creativi e ad...
Radiatore e termoarredo: le ultime novità per arredare scaldando
Perché accontentarci del classico e un po’ bruttino radiatore? Non bisogna per forza pensare che, siccome il termosifone ha una sua funzione ben pr...
Tappeti, nuove ispirazioni tra natura e arte
Uno dei complementi d’arredo che non può mancare nelle nostre case è sicuramente il tappeto. Usato per proteggere il pavimento dall’usura, o pe...
Arredamento: il colore BLU persiste anche quest'anno
Quando si pensa al colore blu, nell'ambito del complemento d'arredo, si volge lo sguardo verso la casa del mare, perchè il blu ricorda l'acqua, il cie...
Ad ogni stanza della casa il suo poster
Stanchi dei soliti quadri e poster appesi sulle nostre pareti? Ecco allora una serie di novità, nuovi poster ideati da designer internazionale per cam...
Arredi nuovi per il ritorno in ufficio
Il ritorno in ufficio dopo le vacanze può essere davvero traumatico, tanto che si parla di stress da rientro o addirittura di sindrome da rientro. ...
Per tè, caffè o cioccolata: ecco le originali tazze per le bevande calde
Con l’arrivo dell’autunno torna la voglia si rilassarsi con dolci bevande calde, tè, latte, cioccolata, tisane, qualsiasi tra queste può allietare i n...
Alberi di Natale 2012
Come tutti gli anni basta chiudere gli occhi per ritrovarsi già a Natale e come sempre c'è qualcuno che ama ricercare l'albero perfetto, magari divers...


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *