Condividi e Rimani Aggiornato

RSS Feed

Hidden Heroes. La genialità degli oggetti comuni esposti a Londra

Sono oggetti comuni. Li usiamo tutti i giorni. Influenzano la nostra vita. Sono prodotti in serie. Sono così comuni che di rado ci siamo soffermati a pensare a loro: sono gli eroi nascosti della vita quotidiana. Che si tratti di un tassello, una bustina di tè o una cerniera, questi oggetti sono dei classici.

Hidden Heroes in mostra a Londra

Hidden Heroes in mostra a Londra

Sono oggetti tipicamente basati su un’idea che è stata semplice e geniale allo stesso modo, sono rimasti sostanzialmente inalterati per decenni. Grazie alla loro costanza, l’uso di materiali efficienti e la loro grande utilità, essi sono gli esempi massimi dell’estetica della sostenibilità e della funzionalità.

Con la mostra Hidden Heroes: Il Genio degli oggetti quotidiani, il Vitra Design Museum e Hi-Cone presentano 36 oggetti classici di uso quotidiano. L’idea della mostra è di raccontare la loro storia e di dimostrarne l’enorme importanza che rivestono anche ai giorni nostri, sia concettualmente che economicamente.

Questo nuova esposizione presenta gli oggetti con le specifiche dei brevetti e disegni originali dei loro inventori; presenta inoltre la pubblicità per la stampa e filmati pubblicitari – non solo di oggi, ma anche di quando questi prodotti stavano facendo lo sforzo di affermarsi all’interno del mercato.

La nascita di un oggetto comune tra casualità e studi approfonditi

Hidden Heroes

Hidden Heroes

Spesso non ci facciamo neanche caso mentre utilizziamo questi oggetti, ma la nostra vita senza di loro sarebbe completamente differente. Pensate a quanto strano potrebbe essere il vivere quotidiano senza le matite, i posti – it, le viti filettate, i tasselli, le semplici graffette, un ombrello e tanti altri piccoli oggetti indispensabili di uso comune.

Ciò che accomuna tutti questi oggetti è senza dubbio la semplicità, ed è forse il loro aspetto così semplice – e perfetto per il loro uso – che ce li fa sembrare quasi scontati. In verità si tratta dei veri e propri capolavori di design, forse non potrebbero avere forma differente da quella che hanno infatti. Sono così perfetti e indispensabili che il Museo delle Scienze di Londra ha deciso di dedicar loro una mostra che rimarrà aperta fino al 5 giugno del 2012.

Si tratta di 36 pezzi che hanno in comune, oltre all’economicità e alla durata, anche la facilità di utilizzo: talmente semplici che si capisce in maniera intuitiva quale sia la loro specifica applicazione.

La facilità di utilizzo però non va spesso accomunata con la facilità di realizzazione. Ovviamente alcuni di questi oggetti sono davvero frutto del caso, ma alcuni altri sono nati dopo grandi studi e innumerevoli prove.

Per esempio la perfezione finale dell’attaccapanni comunemente utilizzato anche ai giorni nostri arriva nel 1906, dopo 190 brevetti differenti rilasciati in poco più di sei anni.

Studi approfonditi e sinergie di differenti competenze spesso portarono ad idee geniali: come per esempio la prima cerniera lampo realizzata nel 1927 da un ingegnere svedese, poi utilizzata sulle tasche degli abiti dei marinai da un sarto americano.

Post-it

Post-it

Errori e necessità verso idee geniali

Spesso oggetti indispensabili nascono anche da errori, come per esempio è accaduto per il post – it. In questo caso capitò che un ricercatore della 3M realizzò una colla di pessima qualità, questa non incollava abbastanza e non fu mai messa sul mercato. Passarono circa dieci anni e un altro ricercatore della 3M decise di mettere un po’ di questa colla dietro un foglietto di carta: era stanco di segnalibri scivolosi all’interno dei suoi libri di preghiere, ecco il Post – it.

Tra i 36 oggetti in mostra a Londra solo uno è stato creato da una donna: si tratta del filtro da caffè. Fu proprio una casalinga tedesca ad inventarlo nel 1908, utilizzando della semplice carta assorbente perforata.

Oggetti semplici e longevi

Matite

Matite

La parte finale dell’esposizione realizzata in collaborazione con il Vitra Design Museum è dedicata ad oggetti estremamente semplici e ben lontani dalla tecnologia che ormai permea la nostra esistenza. Si tratta delle ciabatte in plastica infradito, del rossetto, dei cerotti, dei fiammiferi e di molti altri. E’ grazie alla loro semplicità che questi oggetti sono riusciti a superare in maniera praticamente indenne il passare inesorabile del tempo, di certo avranno un futuro molto più duraturo rispetto a quelli tecnologicamente più sofisticati.

Con una battuta conclusiva degli organizzatori della mostra si comprende bene l’importanza di questi 36 oggetti: “Quando l’iPhone sarà un dinosauro l’elastico sarà ancora utile. La fine dell’iPhone, infatti, è segnata dal fatto che non è abbastanza semplice per durare”. Una sacrosanta verità.

Be Sociable, Share!



  




Altri articoli che potrebbero incuriosirti:

Cucine: come progettare l'arredamento della cucina
DEFINIRE LE PRIORITÀ DI CHI USERÀ LA CUCINA Prima di iniziare il progetto della cucina vero e proprio, dovete definire bene le vostre priorit...
Zanzariere,Zampironi,Citronella pur che non voli una zanzara!
come allontanare i fastidiosi insetti da giardini, terrazze..etc
Le piante "anti inquinamento" per depurare l'aria negli interni delle nostre case
L'inquinamento indoor Lo sapevate che passiamo quasi l'80% del nostro tempo a respirare in spazi chiusi? Lavoriamo in uffici, studi, fabbriche o l...
Shopper e shopping bag eco-friendly benvenute
Dal 1° gennaio 2011, le buste di plastica, secondo la Finanziaria 2007, sono state bandite, a causa della loro capacità inquinante, troppo pericolosa ...
Accessori di design per la cucina per tutte le ore
I designer “sfornano” in continuazione nuovi accessori utili per la nostra cucina, siano essi utilizzati per la preparazione dei cibi o per la loro de...
Ristorante nel Marais a Parigi e ristorante milanese come a casa
Come molti settori anche quello della ristorazione segue l’onda di ciò che è più in voga al momento. Attualmente l’ultimo trend del settore è quello d...
Artissima Torino 2011 n. 18. Internazionale d’arte contemporanea. Gli sponsor.
La diciottesima edizione di Artissima svoltasi a Torino si avvia alla conclusione. Non solo l’arte contemporanea, egregiamente ospitata nelle moderne ...
Il Cavallo a Dondolo: un gioco per bambini sempre in voga
Il cavallo a dondolo è un giocattolo molto apprezzato, sia per gli amanti del vintage sempre alla ricerca di un accessorio da aggiungere alla loro col...


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *