Condividi e Rimani Aggiornato

RSS Feed

Design interattivo: nuova frontiera sensoriale

Con l’avvento di internet, a fine degli anni ’80, si è incominciato ad introdurre un nuovo mondo nella concezione del design e dell’interazione interpersonale.

Si è varcato il confine della multimedialità legata all’utilizzo del personal computer e del wi-fi, arrivando a varie forme di connessione e ambiti che uniscono l’etere all’ entertainment sensoriale, per dar vita a nuove esperienze sensoriali, che si concretizzano nel design interattivo.

Quando si parla di design interattivo, l’ambito che lo riguarda non è solo connesso ad internet ma bensì anche legato al pubblico, all’utenza: assume varie forme in base all’utilizzo ed al contesto in cui lo si realizza, ad esempio all’interno di un negozio, in una mostra, durante le manifestazioni, negli esercizi commerciali, in una fiera, nell’ambito civico e in tanti altri luoghi di aggregazione.

GLI STRUMENTI INTERATTIVI

interno lounge Bar- museo del cinema-Torino

Il design interattivo per essere fruibile utilizza numerosi strumenti materiali-sensoriali (olfattivi, tattili e visivi), che uniti alla connessione wi-fi ( è un tipo di telecomunicazione che permette, senza fili, di connettere attraverso dispositivi, i terminali di utenza fra di loro), attraverso proiezioni touch screen, i-pad, sensori di posizione e visivi fino ad arrivare alle innovative camere interattive 3D e agli air touch.

PERCORSO DI PROGETTAZIONE

tavolo interattivo al ristorante Inamo-Londra

Ogni gesto compiuto dall’utenza dovrà essere mirato ad uno scopo, l’esperienza sensoriale e l’intrattenimento.

Non a caso questo tipo di design ha forte leva, specie nell’ultimo decennio, nel campo commerciale, in quanto è volto oltre a dare informazioni utili, anche ad intrattenere l’utenza, nei minuti di attesa.

L’aspetto interessante in questo tipo di design è la progettazione del percorso attraverso il quale si vuole comunicare un esperienza al fruitore.

Sono i sensi a decidere la strada attraverso la quale poi si articoleranno gli aspetti di design, le scelte stilistiche e di comunicazione.

E’ importante l’usabilità dell’interazione sensoriale da parte del fruitore, quindi lo studio che verrà fatto e realizzato, dovrà essere il più efficace e semplice possibile, in modo tale da poter permettere al maggior numero di persone ( di svariate età), di poter utilizzare senza difficoltà, l’entertainment sensoriale.

ESEMPI DI DESIGN INTERATTIVI

particolare interno dell'Adour bar-New York

Il primo wine-bar è l’Adour a New York. E’ stato il primo a proporre l’interattività unita ad un design di lusso e tecnologico.

E’ un locale elegante e raffinato che al suo interno ha un’area completamente tecnologica, dove si ordina attraverso menù interattivi, proiettati dall’alto direttamente sul bancone, pronti per essere sfogliati!

Infatti attraverso questo menù è possibile ottenere informazioni riguardo i vari e numerosi vini presenti nel wine-bar e poter scegliere la bevanda dopo un’ accurata lettura delle caratteristiche dei vini proposti.

Un altro esempio di bar interattivo, in Italia, è il lounge bar all’interno del museo del cinema, nella Mole Antonelliana, a Torino. I tavoli del bar cambiano continuamente colore e presentano un video lcd, con annesso un mouse, che permette di vedere spezzoni di storici film, in bianco e nero.

Attualmente sta avendo leva anche la diffusione di ristoranti hi-tech, dove ordinare diventa un gioco.

Un esempio di questo tipo di locale, è ‘s Baggers, sito a Norimberga.

interno del ristorante s' Baggers-Norimberga

Questo ristorante presenta i tavoli touch-screen, da dove è possibile ordinare e dei binari in acciaio, che s’insinuano nel locale e che portano le vivande ai tavoli.

Questo riduce di molto il personale che è comunque presente nel ristorante ma che si limita unicamente a riceve la clientela ed a spiegare il funzionamento del sistema tecnologico.

i-bar:bancone interattivo

Un altro ristorante, hi-tech si trova a Londra, in Inghilterra, si chiama Inamo e permette di ordinare le pietanze selezionando direttamente il piatto, attraverso schermi touch-screen presenti sui tavoli, potendo avere informazioni dirette su ingredienti, tempi di cottura e altro ancora.

Design interattivo

In Italia il design interattivo non ha ancora preso piede, salvo per qualche sporadica progettazione di banconi che cambiano colore o sistemi tecnologici di sperimentazione.

Il tipo di sistema utilizzato nei locali con design interattivo è l’ i-bar: questa è la superficie di banconi o tavoli resa interattiva, riproduce infatti effetti luminosi ogni qual volta viene toccata o si poggia un oggetto sopra, tracciando addirittura i percorsi tra le varie portate o bicchieri che vengono lasciati sulla superficie.

Sicuramente questa innovazione nel design, apporterà un cambiamento negli ambienti dei locali…ma mi soggiunge solo un pensiero…chissà se si troveranno ancora camerieri in giro!!

Be Sociable, Share!



  




Altri articoli che potrebbero incuriosirti:

Arredare La Cucina
Come ideare ed arredare la cucina con mobili e colori nello stile giusto. Arredi per la cucina
Un portalegna mutifunzionale: Bubo
Con l'arrivo dell’autunno si inizia ad avvertire la necessità di riscaldare la nostra casa. C’è chi utilizza i termosifoni, chi invece preferis...
Sedie, divani, panche , sgabelli : tutte le sedute ecologiche
L’interesse per le tematiche ambientali e la salvaguardia del pianeta negli ultimi anni continua sempre di più ad aumentare, sono diventate fondamenta...
Vasi moderni e preziosi in vetro, cristallo, porcellana, argento...
Il vaso: significato simbolico Il vaso nasce come contenitore per liquidi e cibi. Realizzato in creta, in vetro, in metallo, porcellana  è un ogge...
Le TONALITA' dell'ESTATE: colori pastello per una casa fresca e allegra
Il rosa, il verde, il blu, il giallo...sono colori che in realtà possono avere moltissime sfumature, ma nel 2011 e soprattutto in questa primavera-est...
Arredare le pareti di casa con i poster
Poster sulle correnti filosofiche Amanti della filosofia? Ecco i poster adatti a voi, ognuno rappresenta una corrente filosofica diversa in ma...
Arredare casa con il calore del legno
Ambiente, natura, verde, ecologia, materiali, legno, riuso, sono tutti termini moltoutilizzati in questo periodo. La natura consente di farci sentire ...
Eco design: dal Salone del Mobile la nuova sedia di Philippe Starck
Al Salone del Mobile di Milano quest'anno diversi sono stati i progetti di Eco-design presentati da importanti aziende del settore con firme di noti n...


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *