Condividi e Rimani Aggiornato

RSS Feed

Comprare sostenibile risparmiando: arredamento elettrodomestici e illuminazione

Quando si decide di rimodernare la propria casa, oppure ci si trova di fronte ad una casa vuota, l’acquisto dell’arredo e dei complementi dovrebbe basarsi su alcuni principi fondamentali:

-ACQUISTO CONSAPEVOLE

-ACQUISTO BIO con la scelta di prodotti certificati

-ACQUISTO ECONOMICO ma di qualità

Marchio Ecolabel: è importante controllare che sia presente

Un prodotto casalingo deve essere attento all’estetica ed alla funzionalità, e deve sapere rispondere alle esigenze bioclimatiche.

In nostro aiuto è nato un marchio che evidenzia i prodotti a ridotto impatto ambientale nell’intero ruolo di vita.

Il marchio si chiama ECOLABEL una margherita che identifica la qualità ecologica a livello europeo. Addirittura i materiali sono marchiati Ecolabel.

Come acquistare l’illuminazione

Per quanto riguarda l’acquisto di lampade per l’illuminazione interna, è preferibile scegliere quella di ultima generazione con sorgenti luminose a led oppure la lampada alogena a risparmio energetico.

Il dimmer permette di regolare il flusso luminoso

Per esterni è meglio decidere di avere apparecchi luminosi a ricarica fotovoltaica.

L’apparecchio luminoso preferibilmente deve possedere il DIMMER, un dispositivo che consente di variare l’intensità luminosa.

Con un piccolo congegno possiamo controllare il flusso luminoso artificiale rapportandolo adeguatamente con quello naturale, che a volte risulta essere sufficiente.

Se invece si tratta di dover sostituire la lampadina è meglio scegliere le fluorescenti compatte o le alogene a basso consumo che permette di risparmiare energeticamente fino all’80 %.

Se invece dobbiamo fare nuovi acquisti, la miglior cosa è l’acquisto di lampade a bulbo di tipologia LED.

Come acquistare gli elettrodomestici

Gli elettrodomestici devono essere BIO, basso consumo grande qualità!

Per quanto riguarda gli elettrodomestici, come ormai tutti sanno, si deve sempre controllare l’etichetta energetica che è ben in vista al momento dell’acquisto.

Con la classe energetica A+ e A++ si ottiene un dimezzamento della bolletta. Niente male eh?

Per l’acquisto di lavatrici e lavastoviglie è meglio verificare che si presente il lavaggio ECOLOGICO, che può essere utilizzato quotidianamente.

La qualità dei 2 elettrodomestici si può vedere anche dal consumo dell’acqua.

Meno consumo vuol dire meno spreco, meno emissione di gas e quindi maggiore responsabilità nei confronti dei cambiamenti climatici. Un’altra soluzione ecologically-correct, è l’acquisto di lavatrici che sfruttano l’acqua calda generata dai pannelli solari.

Per quanto riguarda il frigorifero è utile sapere che è l’elettrodomestico che rimane in funzione 24 ore su 24, quindi la miglior cosa è comprarlo sicuramente con etichetta energetica A+ e A++; dopodiché deve avere dei sensori che mantengono la temperatura costante, e avere l’optional NO-FROST (con sbrinamento automatico).

Tabella che prova la classe energetica di un prodotto

E’ importante poi controllare che si sia una ventilazione interna a controllo della temperatura e inoltre per un consumo responsabile, un frigorifero che si rispetti deve possedere:

-IL COMANDO FAST che raffredda gli alimenti appena inseriti

LA FUNZIONE VACANZE che riduce i consumi in nostra assenza

LA REGOLAZIONE della temperatura dall’esterno per evitare inutili dispersioni aprendo la porta.

-L’ILLUMINAZIONE INTERNA A LED

Il risparmio energetico per gli elettrodomestici può essere soddisfatto anche attraverso l’acquisto di frigoriferi e forni con display a celle fotovoltaiche e l’asciugabiancheria a pompe di calore.

Come acquistare i mobili

Per la mobilia il discorso energetico cambia un po’.

Quando si decide di acquistare una libreria o un tavolino da soggiorno, è utile essere a conoscenza del materiale con cui è fatto e di tutti i passaggi avvenuti per la sua realizzazione.

Esempio di Etichetta Ecolabel

L’azienda produttrice deve avere certificati e attestati di qualità. Non è difficile avere questo tipo di informazione in quanto per legge, ogni prodotto riporta i dati del produttore e dell’importatore, utili anche per la garanzia.

Davanti al negoziante è bene chiedere la scheda descrittiva dell’oggetto; descrive il prodotto, il materiale con cui è fatto, i tipi di vernice adottati per le finiture e anche le colle.

Già in questo modo si può valutare la tossicità dei materiali usati e il possibile impatto ambientale che è stato provocato dalla produzione al’acquisto.

Qui si chiude un altro capitolo all’insegna del risparmio energetico e nel rispetto ambientale.

Be Sociable, Share!



  




Altri articoli che potrebbero incuriosirti:

Feng Shui e piante d’appartamento: suggerimenti per armonizzare gli spazi
Ci è già capitato di affrontare il tema dell’armonia domestica, e di quanto dei piccoli accorgimenti, come l’aggiunta di qualche elemento, possano mig...
La TEIERA che fa per te
Con l'arrivo dell'autunno e dell'inverno, siamo tutti alla ricerca di oggetti cool che permettano di riscaldarci, oltre che il corpo, anche l'anima. ...
Arredare con il bambù
Il bambù è il materiale ecologico per eccellenza. Infatti, il bambù è una pianta che più la tagli e più ricresce ed è da considerarsi biodegradabil...
CORNICI e PORTAFOTO originali e di design per ogni stile
In commercio possiamo trovare cornici e portafoto di tutti tipi: piccole, grandi, originali, di design, divertenti, ce ne sono veramente per tutti...
Shopper e shopping bag eco-friendly benvenute
Dal 1° gennaio 2011, le buste di plastica, secondo la Finanziaria 2007, sono state bandite, a causa della loro capacità inquinante, troppo pericolosa ...
Al Museo Leonardo da Vinci di Milano: Eureka! Le intuizioni geniali di Archimede
A Milano, fino alla fine di marzo 2012, è possibile assistere ad una mostra interattiva dedicata alle invenzioni dello scienziato siracusano Archimede...
Arredamento in cartone per un ufficio ecologico
Volete rinnovare gli arredi dell’ufficio o siete alla ricerca dei mobili per iniziare il vostro nuovo percorso professionale? Perchè non pensare ad un...
Abitare in un loft: 8 buoni consigli per valorizzarlo
Il loft è una tipologia d'appartamento molto in voga negli ultimi anni. Si tratta di edifici prevalentemente d'uso industriale o che in passato han...


Un commento di Comprare sostenibile risparmiando: arredamento elettrodomestici e illuminazione

  1. g.v.

    27/06/2011 at 11:54

    Grazie dei consigli! Vorrei aggiungere che anche i materiali strutturali possono avere la Ecolabel, l’ho scoperto dovendo scegliere le piastrelle per la casa, quando abbiamo scelto ci hanno detto che ci sono anche le serie di piastrelle eco-compatibili realizzate con almeno il 40% di materiale riciclato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *