progettare scala L

Progettare una scala in soggiorno

Scala ad U o scala ad L?

Le richieste per costruire la scala su misura

Ci viene chiesto di progettare una scala all’interno di un soggiorno senza modificare le dimensioni del foro nel solaio che è già stato realizzato.

La proprietaria della casa in particolare ci chiede:

– “Vorrei avere uno spazio ampio per il salotto e per i divani (6-8 posti a sedere).

– Se c’è spazio vorrei mettere un tavolo tondo per ricevere gli ospiti nel salotto.

– Mi piace uno stile classico, semplice e lineare con una prevalenza delle tonalità di bianco.

– Mi piacerebbe inserire qualche pezzo di modernariato (la casa è anni 70 e mi piacerebbe qualche pezzo che richiami l’epoca della casa).

– Avrei pensato di sistemare il tavolo per i pasti in famiglia in veranda.
Purtroppo per passare dalla cucina alla veranda devo passare per il soggiorno: pertanto la zona di accesso al soggiorno dovrebbe essere abbastanza libera.”

Lo stato di fatto

progetto scala

Le dimensioni della stanza

Le dimensioni della stanza sono abbastanza ampie, ha una superficie di circa 25 mq, ma c’è poco spazio per arredarla. All’ interno del locale sono infatti presenti 6 porte, di cui una scorrevole doppia ed una finestra molto grande.

Soluzione 1: scala ad U

progettare scala U

La scala ad U

Le due soluzioni d’arredo a confronto

La zona ingresso è abbastanza ampia ma difficilmente arredabile per la presenza delle tre porte di accesso agli altri vani dell’appartamento.
Per delimitarla rispetto al resto della stanza è possibile creare una controsoffittatura in cartongesso nella quale porre dei faretti ad incasso come indicato nei due disegni a fianco.

Lo spazio dietro alla porta d’entrata può essere ben sfruttato con un armadio a muro per cappotti profondo non più di 50 cm e lungo 180/200 cm., creato con due pannelli scorrevoli a specchio o in materiale lucido per dilatare lo spazio, agganciati su binari a soffitto o a pavimento.

Nella soluzione 2 si è pensato di porre perpendicolarmente alla parete in cui si trova la porta d’ingresso una libreria autoportante che schermi leggermente questa zona rispetto al soggiorno.
In alternativa si può creare un muretto, alto da terra 110/120 cm., con top in legno, utile come piano d’appoggio e per schermare l’ingresso senza opprimere troppo la stanza che deve ospitare diverse funzioni (soggiorno, pranzo, ingresso) in uno spazio non grandissimo.

Entrambe le soluzioni permettono di creare una zona relax costituita da almeno 6 sedute.

Soluzione 2: scala ad L

progettare scala L

La scala L

Il progetto delle due scale a confronto

La soluzione 1 prevede la realizzazione di una scala a C che crea all’interno della stanza due zone ben distinte: la zona relax e la zona pranzo.
Si è cercato di realizzare una scala con ingombro minimo per non rubare troppo spazio al soggiorno e nello stesso tempo di adattarla al foro esistente nel solaio.
Affinché una scala non risulti troppo faticosa per chi la utilizza è necessario che la somma della pedata e dell’alzata moltiplicata per 2 sia un numero compreso tra 62 e 64 (P+2A=62/64).

La soluzione 2 prevede la realizzazione di una scala più ripida in quanto la dimensione del foro non consente di creare un maggior numero di gradini senza “battere la testa” contro il solaio.
Se si opta per questa soluzione si consiglia, se strutturalmente possibile, di smussare a 45° il lato più corto del foro nel solaio (si veda la sezione nel disegno sotto riportato).

particolare scala

Particolare della scala

Lascia un Tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altri articoli interessanti