Condividi e Rimani Aggiornato

RSS Feed

Cartonaggio: tecnica per realizzare oggetti decorativi e pratici in modo semplice

CARTONAGGIO CREATTIVO

Il cartonaggio è una tecnica artistica che consiste nel realizzare originali oggetti fai da te, attraverso la lavorazione manuale del cartone.

Il cartonaggio è una tecnica che permette di realizzare con estrema facilità dei pratici oggetti decorativi per gli spazi di casa e di lavoro!

Il cartonaggio è una tecnica che permette di realizzare con estrema facilità dei pratici oggetti decorativi per gli spazi di casa e di lavoro!

Piegature, modellazioni e colorazioni a seconda dei gusti personali, per dar vita con semplici passaggi ad oggetti d’arredo artigianali capaci di donare colore agli ambienti!

Uno dei più grandi vantaggi nell’utilizzare questa tecnica, per la creazione di scatole, portaoggetti, portafoto ecc, è quella di non dover ricorrere all’utilizzo di molti attrezzi e materiali particolari.

Questo naturalmente comporta anche una ridotta spesa economica da affrontare per tutti coloro che decideranno di mettersi all’opera, sperimentando questa tecnica decorativa interessante e facile!

Come appena detto, sappiamo che per lavorare carta e cartone non è indispensabile ricorrere a particolari strumenti, basterà infatti disporre di forbici, taglierino con lama ben affilata, un righello ed una squadra, oltre che a una matita ben temperata, pennelli per eventuale decorazione dell’oggetto realizzato.

E’ sempre consigliato anche l’utilizzo di un piano per effettuare gli intagli, da appoggiare sopra il piano di lavoro, per proteggere quest’ultimo da eventuali segni o graffi, dovuti alle operazioni effettuate con il taglierino!

Il cartone e la carta

La scelta del cartone andrà fatta optando tra le differenti specie disponibili in commercio (oppure, recuperando quello a disposizione, riciclandolo per dargli nuova vita, nel giusto spirito ecologico!)

come realizzare oggetti di cartone

A seconda dello spessore del cartone da utilizzare per le creazioni, si potranno realizzare oggetti di diversa natura, come album, scatole e contenitori.

Esistono diversi tipi di cartone. Le principali differenza sono date dallo spessore dei fogli. Per ogni tipologia di realizzazione da produrre, si potrebbe ricorrere ad una speciale tipologia di cartone, con l’adeguato spessore.

Per ottenere un ottimo risultato, infatti, è molto importante scegliere il cartone con il giusto spessore, in base alle dimensioni della nostra creazione.

Ecco i differenti tipi di cartone, classificati sulla base del loro spessore, abbinati agli oggetti che meglio si prestano ad essere realizzati a seconda delle dimensioni da creare:

Dorsino: è un tipo di cartone molto sottile. Viene utilizzato normalmente per creare il dorso dei libri e delle agende, oltre che per realizzare piccoli lavoretti dalla forma rotonda e delicata.

Cartone con spessore di 1,5 – 1,8 mm: anche in questo caso si tratta di un cartoncino particolarmente sottile, viene solitamente utilizzato per oggetti di dimensioni che non superino i 25 cm di lato. Perfetto quindi per creare album fotografici, agende e cartellette.

complementi d'arredo fai da te

Il cartonaggio fornisce la possibilità di realizzare complementi d'arredo utili ed insoliti. Un esempio è dato dal pratico portariviste, decorabile a piacimento con l'applicazione di carta per il rivestimento finale

Cartone con spessore di 2,5 mm: spessore leggermente più consistente, questo cartoncino può essere utilizzato per dar vita anche per piccole scatole di diverse forme. Importante è che le dimensioni non superino i 30 cm di lato.

Cartone con spessore di 3 mm: cartone decisamente più spesso, è generalmente scelto per creare scatole o copertine di dimensioni maggiori rispetto ai precedenti, ossia dai lati dai 30 cm in su.

Per quanto riguarda la carta, essa è disponibile in infinite tipologie, semplice, decorata, più o meno spessa… Certo nulla vieta di utilizzare, per il rivestimento finale del manufatto, della carta bianca, successivamente decorabile a piacimento.

Un esempio di carta frequentemente utilizzata per realizzare lavori in cartonaggio è la Carta Varese, anch’essa disponibile in una ampia gamma di colori e motivi.

Come tagliare il cartone

Per utilizzare al meglio il cartone è fondamentale conoscerne le caratteristiche principali! Ad esempio, uno degli accorgimenti consigliabili è quello di individuarne la vena ( ossia, riconoscerne il lato più flessibile), per effettuare i tagli!

Regola da non dimenticare: il cartone deve sempre essere tagliato nel senso della vena.

Vediamo ora come è possibile non commettere errori nell’effettuare il taglio.

decorare con la carta e cartone

Per il rivestimento delle superfici assemblate, si potrà scegliere tra la vasta gamma di tipologie di carte, anche pregiate, disponibili in commercio

Per individuare il corretto senso di taglio, sarà sufficiente prendere in mano un foglio di cartone e piegarlo delicatamente prima seguendo un verso e successivamente nel verso opposto al primo.

Facendo questo semplice controllo, noteremo come una parte si pieghi più agevolmente rispetto all’altra!

Perfetto, la linea lungo la quale il cartone ha più facilità nel piegarsi è quella che corrisponde alla direzione delle fibre e, di conseguenza, quella corretta per realizzare il taglio!

Rifinitura dei pezzi e assemblaggio

Terminata l’operazione di taglio dei vari pezzi di cartone, è consigliato passare i bordi dei lati tagliati con della carta vetrata, con delicatezza e senza eccedere, per regolare le eventuali imperfezioni.

Per assemblare i vari elementi di cartone tra loro, si utilizza la colla (tipo bostik).

Un consiglio: una volta assemblati e incollati i pezzi tra loro, utilizzare mollette da panni o pesi per tenere le parti ben coese tra loro, sino alla completa asciugatura della colla!

Il passaggio successivo è particolarmente semplice e divertente, ora infatti si potrà dar sfogo alla fantasia!

Si tratta di colorare e decorare la carta scelta per il rivestimento del manufatto, scegliendo di utilizzare tra le possibili tecniche diverse, per ottenere effetti finali originali e stilisticamente inerenti allo spazio che ospiterà le creazioni!

rivestire in carta varese

Un rivestimento classico può essere eseguito scegliendo la tipica "carta Varese", comunemente utilizzata anche per rivestire gli interni dei cassetti

Dipingere, applicare decorazioni o rivestire con carte decorative già pronte in commercio: a voi la scelta!

Un’alternativa alla carta da utilizzare per il rivestimento dell’oggetto realizzato in cartone è data dalla stoffa; l’importante è sceglierne di adeguate come spessore, quindi non troppo sottile ma nemmeno troppo spessa e di tramatura rigida, e tener sempre presente che occorrerà rifinire i pezzi di stoffa da utilizzare, onde evitare lo sfilacciamento nel tempo!

Be Sociable, Share!



  




Altri articoli che potrebbero incuriosirti:

Arredamento con tavolo pieghevole
Un Tavolo Salvaspazio L'idea di mettere tra l'arredamento di casa un tavolo pieghevole può soddisfare la necessita di avere un proprio spazio, ad ese...
Terrazze e giardini organizzate per serate tra amici
Arredare il terrazzo e il giardino Con l'estate il terrazzo e il giardino di casa si trasformano in luoghi ideali per gustare un delizioso aperitivo ...
Tappeti, nuove ispirazioni tra natura e arte
Uno dei complementi d’arredo che non può mancare nelle nostre case è sicuramente il tappeto. Usato per proteggere il pavimento dall’usura, o pe...
Arredare con il colore: i colori freddi
Dopo aver parlato dei colori caldi ed aver visto una rapida panoramica di prodotti che possono colorare la casa, in questo articolo vi voglio parlare ...
Il poliedro per arredare la casa
La forma del diamante poliedrica e multi sfaccettata, è da sempre simbolo di eleganza e lusso. E allora perchè non trasportare questo pensiero ...
Camini e stufe di ultima generazione per un ambiente riscaldato e alla moda
Lo so, lo so, siamo solo a settembre, le giornate sono ancora lunghe e le temperature ancora miti. Ma si sa, chi ben comincia è a metà dell'opera. ...
Idee per arredare il soggiorno con stranezze, novità e curiosità dal mondo del design
Il soggiorno è quell'ambiente della casa che consente di vivere la zona giorno a pieno. Proprio per questo motivo è un'area da analizzare e struttu...
Il DIVANO: un complemento d'arredo con il quale si può giocare
Basta con i classici divani! La moda 2012 richiede un po' di estro ed originalità per ricercare un divano capace di stupire. La zona giorno acquist...


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *