Condividi e Rimani Aggiornato

RSS Feed

La carta da parati: posa con il fai da te

La carta da parati è tornata di moda, e con se ha riportato i suoi vecchi problemi.

la carta da parati

E' possibile trovare in commercio carte da parati così particolari da diventare un quadro più che un rivestimento parietale

Come vi abbiamo già fatto vedere, ci sono ormai molte aziende che propongono carte da parati con fantasie moderne e accattivanti.

Il concetto è un po’ cambiato rispetto al passato, nel senso che oggi, la carta da parati, viene trattata come un vero e proprio complemento d’arredo.

E’ possibile infatti applicarla su un’unica parete o semplicemente in una porzione di muro, rendendola quasi un quadro, una fantasia decorativa che occorre mostrare.

Non è difficile staccare e riattaccare la carta dalle pareti, ma bisogna seguire dei passaggi precisi che consentono di effettuare un lavoro ben fatto.

Siccome ritengo che il fai da te nella vita sia importante, oggi ho deciso di riassumervi i punti fondamentali da seguire per svolgere da se’ questo lavoro, in modo da farvi risparmiare qualche soldo, ottenendo comunque ottimi risultati.

Come staccare la vecchia CARTA da PARATI

Per prima cosa, se avete una vecchia carta parati attaccata alle pareti, è necessario staccarla.

Ci sono alcune teorie in merito.

Alcuni ritengono che basti staccare lo strato superiore e lasciare il fondo come base sul quale applicare quella nuova.

Altri ritengono sia meglio staccarla definitivamente.

La cosa importante è che, se decidete di lasciare il fondo, questo deve essere ben incollato e non deve avere pieghe o bolle sul muro.

In quel caso, la cosa migliore è togliere tutto, ripartendo da zero.

Ci sono molti modi per staccare la carta da parati: vediamone alcuni, in modo da farvi scegliere quello che vi risulta più semplice.

STACCARE LA CARTA DA PARATI TRAMITE L’UTILIZZO DELL’ACQUA CALDA

La cosa più comune è staccare la carta da parati tramite l’uso di acqua calda.

E’ necessario prendere dell’acqua calda, dopodichè si distribuisce omogeneamente sul muro con l’utilizzo di una pennellessa.

A questo punto è necessario aspettare cinque minuti, in modo tale che l’acqua venga assorbita dalla carta.

Solo dopo sarà possibile, tramite un raschietto, staccare definitivamente la carta da parati.

STACCARE LA CARTA ATTRAVERSO L’USO DELL’ACETO

Un’altra tecnica è quella che prevede l’uso dell’aceto.

L’aggiunta dell’aceto all’acqua calda, fa’ si che venga a crearsi un potente scollante che farà sciogliere la carta da parati.

STACCARE LA CARTA A SECCO

Altrettanto funzionale, è la possibilità di staccare la carta da parati a secco. Effettuando degli strappi, partendo dall’alto verso il basso, sarà possibile toglierla.

In questo caso sarà più semplice eliminare i primi strati, più a contatto con l’aria.

STACCARE LA CARTA ATTRAVERSO L’USO DEL VAPORIZZATORE

Per chi invece ha in casa un vaporizzatore, è possibile staccarla tramite una gettata di vapore, distribuito in modo omogeneo. La carta da parati si inumidisce e si stacca con tutta facilità.

FAI DA TE:la carta da parati

Qualche uniposca è il gioco è fatto; puoi colorare la carta come vuoi tu

A questo punto avete staccato la vecchia carta da parati.

Controllate che non ci siano imperfezioni sulle pareti; in quel caso riprendete il raschietto e staccate le parti residue.

In questo modo il muro sarà pronto per attaccare la nuova carta da parati.

Come attaccare la CARTA da PARATI con il fai da te

Prima di attaccare la nuova carta da parati bisogna informarsi sul collante da utilizzare.

E’ necessario sceglierla in base alla consistenza del materiale.

Se si decide di acquistare una carta leggera, occorre acquistare una colla normale, già sufficiente per farla aderire perfettamente sulla parete.

Se invece si acquista una carta impermeabile, è sempre meglio preferire un collante fungicida che eviti la creazione di muffe, poiché non traspira.

posa carta parati

La posa deve essere fatta con cura evitando la creazione di bolle

Fatevi consigliare sul collante più idoneo, in questo modo farete la scelta giusta, senza avere spiacevoli sorprese negli anni.

La carta da parati è venduta a metri lineari e a strisce.

Basterà intingerla nel collante, per poi essere applicata delicatamente sulle pareti, facendo attenzione ad andare dritti, evitando la creazione di bolle d’aria e di pieghe.

Lasciate sempre 50 mm di carta che sporga sul soffitto; allineate la striscia di carta con la verticale (potete aiutarvi con un filo a piombo).

Lisciate la superficie man mano che stendete la carta, eliminando le bolle.

Fate aderire bene la carta al bordo del soffitto e sul battiscopa. Passate una spazzola sulla carta e rifilate sempre i bordi in eccesso.

A questo punto avete steso la carta. Se vi trovate di fronte a qualche eccesso di colla, bagnate un panno con l’acqua e asportatela definitivamente.

Infine prendete un rullo e fate nuovamente un controllo di aderenza della carta da parati sul muro.

carta parati come incollare

Da rivestimento a mensola

Pregi della CARTA da PARATI

La carta da parati è di facile applicazione. Inoltre si sporca più difficilmente e aiuta a preservare le murature nel tempo.

Difetti della CARTA da PARATI

L’unico difetto è il costo, che spesso risulta maggiore rispetto la normale tinteggiatura.

Attualmente le carte da parati in commercio sono ecologiche, facilmente lavabili e soprattutto non sono infiammabili.

Inoltre le fantasie sono veramente originali, tanto da essere all’interno di case moderne e di ultima generazione.

Molte carte da parati sono realizzate tramite l’uso di materiali riciclati, che vengono trattati in modo da diventare un rotolo di carta, utilizzabile per decorare i muri del proprio appartamento.

Tanta fantasia e un po’ di olio di gomito sono sufficienti per ottenere un risultato da professionista.

Be Sociable, Share!



  




Altri articoli che potrebbero incuriosirti:

OLED,LED, Fluorescenza, salutano la vecchia lampadina ad incandescenza
CIAO CIAO LAMPADINA un clic ancora e poi per sempre ti spegnerò. Dal 2011 vietata la vendita di lampade a incandescenza La lampadina a incand...
Suoni e rumori in casa, due diversi aspetti di un solo carattere
In casa siamo circondati da suoni e rumori che ci accompagnano nella vita quotidiana. Nell'articolo viene proposto qualche suggerimento per difendersi...
Idee regalo economiche ma d'effetto per il Natale
Fra meno di un mese sarà Natale, e come ogni anno, diventa sempre più difficile trovare regali originali e divertenti, senza dover spendere un...
ARREDAMENTO di design: dalla molecola alla forma
Piccole molecole, invisibili a occhio nudo e ai più sconosciute. Durante il periodo scolastico questi minuscoli elementi si studiano in maniera teoric...
Consigli per arredare gli esterni, dai tavoli alla Spa da giardino
Creare un angolo di assoluto relax in giardino, terrazza o balcone, per poterlo sfruttare al meglio da soli o in compagnia di amici è una vera e propr...
Elettrodomestici ad incasso per una cucina moderna e organizzata
Come più volte abbiamo affermato, le case di oggi, spesso di piccole dimensioni superficiali, con ambienti e zone utili ristrette, necessitano di acco...
Arredare l'ufficio con cassettiere e librerie di design
Spesso gli uffici sono arredati in modo serioso e anonimo, se anche il nostro spazio di lavoro ci sembra monotono e privo di brio, possiamo decidere, ...
Il Colore dell’anno 2013: Verde Smeraldo Brillante
Come ogni anno anche quest’anno è stato presentato da Pantone il nuovo colore che caratterizzerà il 2013. Se l’anno scorso abbiamo visto vestiti, acce...


Un commento di La carta da parati: posa con il fai da te

  1. Elisa

    15/04/2011 at 14:00

    Vorrei avere maggiori info sulla ditta che produce la carta da parati rappresentata nella prima foto, quella con la spirale in bianco e nero, se possibile.
    E’ meravigliosa!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *