Condividi e Rimani Aggiornato

RSS Feed

Bustine e filtri da tè simpatici e originali

Autunno la stagione perfetta per riscoprire l’antico rito del tè pomeridiano, e se lo amiamo particolarmente perché non berlo a tutte le ore, la mattina per fare colazione o la sera con gli amici.

Il tè è una bevanda molto diffusa e amata e anche i designer si sono sbizzarriti a creare filtri unici e originali, per personalizzare e portare un tocco di novità alle nostre pause del tè.

Il filtro per il tè con gli origami

origami

I filtro per il tè della designer Nathalia Ponomareva

I filtri per il tè possono trasformarsi in oggetti molto particolari, non devono per forza essere delle  tristi e anonime bustine quadrate ma possono assumere svariate forme e dimensioni, a seconda dello spirito creativo degli artisti che decidono di reinterpretarle. Ad esempio la designer Nathalia Ponomareva ha ideato una serie di filtri per il tè assolutamente unici.

L’ispirazione le è venuta dal mondo degli origami giapponesi di carta, piccoli oggetti artistici realizzati interamente tramite l’uso e la piegatura sapiente della carta, utilizzata per creare figure complesse di animali, piante o oggetti vari.

I filtri da lei ideati si presentano come piccoli animali stilizzati, capaci una volta immersi nell’acqua calda, di trasformarsi, di aprirsi, per dar vita ad animali tridimensionali.

Un’idea molto simpatica, capaci di creare un effetto unico e molto poetico.

Un modo nuovo per sorseggiare del buon tè in compagnia!

L’appendibustina

L'appendibustine "Hanger Tea"

L’idea del designer Soon Mo Kang è semplice quanto geniale, come fare infatti a conservare le bustine dei vari tipi di tè e mantenerle in infusione all’interno delle tazze?

Semplice, attraverso delle banali grucce colorate!

“Hanger Tea” è un mini attaccapanni al quale sono appese diverse grucce colorate, ognuna  delle quali porta una bustina del tè, come se si trattasse di un capo d’abbigliamento.

Un modo carino per conservare tutte le nostre bustine, prenderle quando ci occorrono e usare la gruccia mentre il filtro si trova nella tazza.

La bustina da tè rettangolare

bustina da tè

Il filtro rettangolare “TeaStick/Stirrer”

Il problema di dove posar il filtro una volta utilizzato è un argomento che interessa diversi designer, ad esempio Lee Yun Qin ha deciso per ovviare all’inconveniente, di realizzare una forma nuova della bustina del tè.

“TeaStick/Stirrer” è infatti un filtro tè dalla forma rettangolare molto allungata e filiforme, il cui compito è non solo quello di contenere l’essenza della bevanda, ma anche poterla girare e mescolare durante l’attesa.

Alla sua estremità è presente poi una specie di gambo che permette il suo posizionamento sul bordo della tazza, un modo per non averlo d’impiccio una volta che il tè è pronto.

I filtri da tè illustrati

filtri da tè

Il set “Maum tea bag”

Le bustine del tè sono sempre così anonime, senza decorazioni o scritte, perché non portare un po’ di colore?

Lo studio sud coreano Wdaru ha voluto personalizzare le bustine del tè creando un set molto originale di contenitori per filtri dal nome “Maum tea bag” .

Si tratta di tante bustine che ripropongono diversi omini rappresentati in situazioni diverse, mentre si trovano al lavoro, guidano la macchina, sono a casa o in piscina.

In questo modo ogni bustina e filtro avrà la sua immagine, il suo omino che accompagnerà il nostro rito del tè per tutto il tempo e sarà pronto ad ospitare la prossima bustina per un nuovo tè.

Il filtro da tè squalo

Il filtro del designer Pablo Matteoda

Il filtro del tè può trasformarsi in un vero e proprio oggetto di design, qualcosa da utilizzare per personalizzare le nostre tazze e le nostre pause per il tè, facendo colpo sui nostri ospiti.

Il designer argentino Pablo Matteoda ha ideato un oggetto davvero molto divertente, un portafiltro dotato di pinna di pescecane, capace di aggirarsi all’interno della nostra tazza creando un effetto molto particolare e suggestivo.

Durante poi il movimento all’interno della tazza la sostanza all’interno del filtro comincia a fuoriuscire colorando l’acqua all’interno della tazza e aumentando la suggestione di questo oggetto, perché ricorderà ancora di più uno squalo alle prese con la sua presa.

Be Sociable, Share!



  




Altri articoli che potrebbero incuriosirti:

Arredare con stile riciclando gli scarti industriali
Riuso, riciclaggio le nuove ideologie entrano a far parte della nostra vita quotidiana. A volte alcuni oggetti sono troppo accattivanti ed estremi,...
Tendenza ecologica nel design d'arredo
Non si parla d’altro che di ecologia. La sostenibilità ambientale, l’essere eco-friendly, sono tutti concetti di grande attualità in ogni realtà artis...
Un pranzo di design con gli accessori da cucina
Immaginiamo di aver comprato casa, di averla arredata e di aver scelto la cucina adatta per le nostre esigenze, ora non ci resta che provvedere al cor...
Paratissima 2010 a Torino con Candy e Hoover per l'eco-sostenibilità
Candy e Hoover protagoniste a Paratissima 2010 per sensibilizzare i visitatori ad un uso consapevole dell’energia. Presenti con i Frigoriferi Candy Kr...
Il DECANTER di design: il gusto di assaporare il vino in modo originale
Il vino da sempre è amato e presente in ogni tavola. Aziende vinicole e centri per la degustazione del vino sono sempre di più ricercati e frequent...
Il sughero per un design bio
Il sughero è un materiale completamente ecologico, di conseguenza in questo periodo, così attento all'ambiente, può essere una soluzione estremamente ...
Dalla fiera di Francoforte Ambiente 2012 le novità per la casa
Dal 10 al 14 febbraio 2012 si è tenuta a Francoforte presso il  centro fieristico della città la Fiera Ambiente, importante Fiera internazionale dedic...
Macef 2012: novità in cucina
Si è appena concluso il secondo appuntamento dell’anno con il Macef 2012, il Salone Internazionale della casa, svoltosi come sempre alla FieraMilano d...


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *