Condividi e Rimani Aggiornato

RSS Feed

Aspirapolvere centralizzato praticità ed estetica

Tutti abbiamo sentito parlare negli ultimi anni dei sistemi di aspirazione centralizzata nelle abitazioni ma sono ancora relativamente poche le persone  che pensano di installare un impianto di questo tipo quando costruiscono la propria casa.

L‘impianto di aspirazione centralizzata generalmente deve infatti essere previsto nel momento in cui l’abitazione viene realizzata o ristrutturata perchè è costituito da delle tubazioni che corrono attraverso il pavimento o i muri con gli altri impianti; in alcuni casi, in funzione anche del tipo di impianto scelto, può essere però aggiunto anche dopo il completamento della casa  mettendolo ad esempio la tubazione nei controsoffitti o, nel caso di un’abitazione al piano terra nel soffitto della cantina o del garage.

Cos’è un aspirapolvere centralizzato?

aspirazione centralizzata

Cassa e sportello di QB sono stati pensati anche dal punto di vista estetico oltre che funzionale

Il sistema di aspirazione centralizzata consiste in una centrale aspirante collocata in un locale di servizio, collegata da una rete di tubi posta sotto al pavimento o a parete, a delle prese aspiranti distribuite all’interno della casa. Le polveri vengono aspirate con un tubo flessibile inserito appositamente nelle prese di aspirazione.

I vantaggi dell’aspirazione centralizzata

I vantaggi dell’aspirapolvere centralizzato sono molti:

– innanzitutto si fa meno fatica ad aspirare non dovendo più trascinare l’aspirapolvere tradizionale in giro per le stanze della casa attaccandolo e staccandolo dalla presa della corrente più vicina;

– la silenziosità,  essendo possibile installare la centrale aspirante in un ambiente separato dal resto della casa, il rumore provocato all’interno dell’abitazione dal motore è praticamente inesistente;

– è adatto a chi soffre di allergie infatti rispetto all’aspirapolvere tradizionale, il ricircolo delle polveri non viene rimesso nell’ambiente ma completamente asportato, tramite tubazioni,  dove è posizionata la centrale aspirante, assicurando quindi una pulizia totale dell’ambiente dalle micropolveri e dagli acari;

– è adatto per pulire qualsiasi superficie in quanto, in genere, le ditte che realizzano gli impianti forniscono tutta una serie di accessori e spazzole specifiche per i diversi pavimenti: per quelli in parquet spazzole che non graffiano, per quelli in marmo setole morbide, per quelli in cotto spazzole con setole più consistenti ma anche apposite spazzole per i tappeti, le tende, gli abiti, i radiatori, le veneziane, i materassi e gli imbottiti o gli angoli della casa.

Aspirapolvere centralizzato con centrale aspirante ad incasso, una soluzione di design

ASPIRAPOLVERE CENTRALIZZATO

Il sitema con centrale aspirante ad incasso Qb di Aertecnica

Interessante la soluzione proposta da Aertecnica che ha inventato la centrale aspirante QB nelle versioni ad incasso e a parete per soddisfare le esigenze di condomini e palazzi, spesso caratterizzata da abitazioni di piccole dimensioni che necessitano del massimo contenimento degli ingombri

Grazie al sistema di filtrazione ciclonico ad ellisse, brevetto esclusivo di Aertecnica, è possibile ottenere prestazioni ottime anche in spazi ridottissimi.

Il sistema funziona nel seguente modo: la polvere viene aspirata e convogliate nel vano ciclonico ad una elevata velocità creando un vortice molto forte che la manda sul fondo del contenitore e la compatta riducendone il volume. Grazie alla forza centrifuga le polveri non vanno a depositarsi sul filtro, che rimane più a lungo pulito riducendo quindi i tempi e la frequenza di manutenzione, inoltre il contenitore polveri è in cartone ecologico biodegradabile.

Cassa e sportello sono stati pensati anche dal punto di vista estetico oltre che funzionale, per essere elementi, non da nascondere, ma da esporre entrando a far parte dell’arredamento della casa,  lo sportello può essere dipinto dello stesso colore della parete integrandosi così col resto dell’ambiente.

 

 

 

Be Sociable, Share!



  




Altri articoli che potrebbero incuriosirti:

Tappezzeria….non solo di carta ma anche in fibra di vetro
Quando nacque la tappezzeria in carta da parati, fu considerata un’innovazione nel mondo dell’arredamento, soprattutto nei luoghi domestici, cre...
Radiatori, convettori, pannelli radianti: come scegliere
L'impianto di riscaldamento Ma perché abbiamo bisogno di un impianto di riscaldamento all’interno della nostra abitazione? Gli scopi sono ...
La raccolta differenziata HI TECH: FOODO
Il pianeta ha bisogno di noi, e come ormai tutti sanno, è dal piccolo che si parte per salvare l'ecosistema. Il problema più grosso è il fatto che ...
L'acciaio: un materiale per arredare illuminando la casa
Qualche tempo fa' vi avevo parlato dei complementi d'arredo color oro che, attraverso i loro riflessi, illuminano e arricchiscono la casa. Oggi inv...
Novità di design al Salone del Mobile di Milano
Come ogni anno sta per iniziare il Salone del Mobile di Milano, occasione perfetta per i designer e le case produttrici per presentare le ultime creaz...
ILLUMINARE CASA ad arte: piccole regole da light designer (o quasi...)
la pianificazione di una illuminazione artificiale corretta ed adeguata non è affar da poco! Finalmente in Europa la figura del Light designer sta ott...
Snaidero presenta OLA20 al Salone del Mobile di Milano, la cucina scelta da Brad Pitt
Una importante novità verrà presentata al Salone del Mobile di Milano dal 17 al 22 Aprile: la cucina dell'Azienda Snaidero progettata da Pininfarina c...
L’armadietto dei medicinali: come e dove
Certamente anche voi avrete in casa il vostro armadietto dei medicinali. Quasi sicuramente questo si trova o in bagno, oppure in cucina, succede così ...


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *