Condividi e Rimani Aggiornato

RSS Feed

Tiny House: arredare un monolocale multifunzionale

Pensando all’idea di Graham Hill, fondatore di un importante sito web di livello internazionale (TreeHugger) che affronta tematiche ecologiche, non si può non pensare ad un film di Renato Pozzetto: “Ragazzo di campagna”.

La storia è semplice: un ragazzo sceglie di spostarsi in città, abbandonando la comoda vita di campagna e scontrandosi con la difficile vita di città.

Un monolocale componibile

Un monolocale componibile

Tra i primi problemi affrontati c’è sicuramente lo spazio abitativo, decisamente ridotto ai minimi termini. Il giovane ragazzo si ritrova a vivere in un microscopico monolocale nel centro cittadino, dove – con un semplice movimento – spuntano fuori letti, tavoli, e tutto il necessario per – cercare di – non farsi mancare nessun confort.

Tiny House è un piccolo monolocale, in grado però di racchiudere tutte le normali attività di una casa tradizionale. Il mini appartamento realizzato da Graham Hill può risultare un’ottima proposta alternativa per combattere l’inarrestabile cementificazione.

Arredare un monolocale di 30 mq circa

L’interessante idea di Graham Hill si sviluppa in soli 32 metri quadri. L’originale distribuzione interna prende vita all’interno di uno spazio che a prima vista non può che sembrare un semplicissimo monolocale. Al suo interno sono però distribuiti setti componibili in grado di muoversi su appositi binari e di ricreare spazi abitativi di comune uso in assolute condizioni di comfort.

Le zone della casa

arredare un monolocale

Pareti scorrevoli

Gli ambienti ricreabili in questo piccolo monolocale sono ben otto, grazie all’ausilio di tavoli a scomparsa, sedie pieghevoli ed un buon numero di pannelli apribili.

Per creare una bella zona studio basterà, per esempio, aprire un semplice cassetto: qui si potrà collocare la tastiera, visto che il monitor si trova già fisso alla parete dell’armadio. In più la parete dell’armadio è in grado di ruotare ed adattarsi ad ogni esigenza.

Anche la zona notte risulta davvero confortevole ed adatta a molteplici situazioni. Se volete un letto singolo basterà modificare il divano, questo inoltre può facilmente trasformarsi in un letto di tipo matrimoniale: alle spalle del divano c’è infatti una parete che contiene una comoda rete con doghe.

Avete ospiti a casa? Non preoccupatevi altri letti si trovano all’interno di un’altra parete mobile contenente anche attrezzature per lo svago.

La zona giorno può essere facilmente composta utilizzando sedie impilabili e un tavolo pieghevole estraibile dal mobile della cucina.

Più posti letto in soli 32 metri quadri

Più posti letto in soli 32 metri quadri

Il tavolo inoltre è allungabile e potrete ospitare fino a 12 persone senza problemi.

A questo punto vi starete chiedendo dove si trova il bagno. Ecco soddisfatta la vostra curiosità. Il bagno è separato dal locale principale, in modo da garantire della privacy durante l’utilizzo, inoltre la porta è dotata di isolante acustico. La zona water è inoltre separata dalla zona doccia grazie ad un divisorio.

Per rendere completamente funzionale ogni centimetro di questo monolocale la cucina è dotata di tutta una serie di elementi estraibili, quali la compostiera per i rifiuti ed il forno combinato.

Naturalmente tutti gli elettrodomestici collocati all’interno della Tiny House sono a basso consumo energetico: non mancheranno neanche frigorifero e lavastoviglie, anche se di dimensioni ridotte rispetto ai modelli tradizionali.

Come ci mostra con orgoglio Graham Hill in un video in questo piccolo monolocale non manca nulla ed è possibile viverci senza rinunciare a nessuna delle comodità abituali che ritroviamo nelle nostre case. Le soluzioni proposte nella realizzazione di questo mini appartamento sono decisamente innovative e potrebbero essere applicate con semplicità anche all’interno delle comuni abitazioni presenti nelle nostre città: un modo intelligente per rispettare l’ambiente e venire incontro ad esigenze economiche ridotte.

 

Be Sociable, Share!



  




Altri articoli che potrebbero incuriosirti:

Arredare una casa piccola da 40 a 60 mq: open space, cucina, salotto e bagno
Parliamo di case piccole. Appartamenti che ormai fanno parte della nostra vita. La maggior parte dei giovani, le nuove coppie e le persone single, ...
Riscaldamento a radiatori: come scegliere
Riscaldamento a radiatori d'arredo Nella nostra concezione odierna di radiatore per il riscaldamento delle nostre case, c'è ancora quell'immagine fi...
I biocaminetti rivoluzionano il concetto tradizionale di camino
Un caminetto vero nella propria abitazione, senza canna fumaria, senza attacco al gas. Funziona a bioetanolo che è un alcool ottenuto mediante un proc...
Divani letto per dormire comodi anche in poco spazio!
Il divano letto: un valido arredo salvaspazio Anche dove gli spazi, perché  ridotti, non  consentono di mettere a disposizione  una camera  in più...
Arredamento che si ispira al "cubi"smo
Quando dobbiamo scegliere quale tipo di arredamento adottare per la nostra casa ci troviamo di fronte a diverse proposte: lo stile minimale, quello et...
Arredi nuovi per il ritorno in ufficio
Il ritorno in ufficio dopo le vacanze può essere davvero traumatico, tanto che si parla di stress da rientro o addirittura di sindrome da rientro. ...
Ritorna l’ora solare: nuovi orologi per la nostra casa
Ci siamo, tra poco si ricambia l’ora, nella notte tra sabato 29 ottobre 2011 e domenica 30 ottobre 2011 sposteremo le lancette degli orologi indietro ...
Limitare l’inquinamento domestico e la S.B.S.
Con l’acronimo S.B.S (Sick Building Syndrome) si intende quella patologia legata a tutte le fonti di inquinamento domestico presenti all’interno delle...


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *