Condividi e Rimani Aggiornato

RSS Feed

SCEGLIERE I COLORI per rinfrescare casa tinteggiando le pareti

Con l’arrivo della bella stagione, non c’è nulla di meglio che eseguire una fresca imbiancatura alle pareti di casa per donare agli ambienti una nota di pulito e di rinnovamento.

Se il bilancio delle spese domestiche non prevede grandi investimenti, con un po’ di creatività e attenzione si potrà effettuare l’imbiancatura senza dover ricorrere alle prestazioni di un professionista.

La scelta dei colori da attribuire agli ambienti domestici sarà fondamentale!

La scelta dei colori da attribuire agli ambienti domestici sarà fondamentale!

Scegliere  colori

Abbiamo già trattato in diverse occasioni dell’importanza della scelta dei colori, riassumendo possiamo ricordare che scegliere un colore è un’operazione molto importante e spesso difficile; per farlo bisognerebbe sempre tenere a mente i principi della cromoterapia, secondo i quali i colori influenzano il nostro umore e, di conseguenza, la nostra vita quotidiana.

Qualche indicazione: colori come giallo, arancione e rosso sono i colori caldi e molto vivaci.

Il verde, blu e viola sono freddi e invocano la calma.

Una importante considerazione si potrebbe fare in termini di risparmio energetico: i colori chiari, grazie alle proprietà di riflessione, potranno permettere un risparmio in termini di consumi elettrici! La luce naturale illuminerà gli ambienti chiari maggiormente e per più ore al giorno.

Equilibrio nell'accostamento delle tonalità: una parete rossa può essere equilibrata se affiancata a pareti bianche

Equilibrio nell'accostamento delle tonalità: una parete rossa può essere equilibrata se affiancata a pareti bianche

Regole per l’equilibrio cromatico

L’applicazione del colore in un ambiente richiede equilibrio; un esempio pratico: se si decidesse di dipingere una parete di colore rosso, per ottenere un locale cromaticamente equilibrato, sarebbe opportuno optare per il bianco per le altre tre pareti dello stesso ambiente.

Una regola per ottenere una buona definizione degli spazi è invece quella di avere il pavimento di colore più scuro rispetto alle pareti che, a loro volta, dovrebbero essere imbiancate con tonalità più scure di quelle destinate al soffitto.

In cucina, via libera ai toni caldi e ai colori stimolanti come il rosso, arancio e giallo.

Organizzare un programma di lavoro

A volte uno schema semplice e per punti può essere d’aiuto per organizzare mentalmente i passaggi da seguire, soprattutto quando non si ha molta praticità ed esperienza pregressa nel campo di lavorazione scelta!

Assicurarsi di aver protetto tutto ciò che è contenuto nella stanza, pavimenti compresi

Assicurarsi di aver protetto tutto ciò che è contenuto nella stanza, pavimenti compresi

La lista potrà essere quindi così organizzata e contenere, ad esempio, le seguenti voci: indicazioni riguardanti la scelta del colore, attenta osservazione del tipo di materiale che dovrà essere imbiancato e le sue condizioni di mantenimento, valutazione delle condizioni ambientali dell’ambiente che si andrà ad imbiancare (umidità, calore, luminosità…), l’effetto che si vorrà ottenere ( quindi la scelta di colorazioni opache, brillanti…), un preventivo di spesa da rapportare alle quantità di materiali necessari per realizzare l’imbiancatura.

Gesso per correggere fori e fessure

Prima di procedere con l’imbiancatura dobbiamo provvedere a sigillare tutti gli eventuali fori e fessure presenti nel muro.

Il gesso è il materiale più versatile per riempire i fori dovuti alla presenza di chiodi, piccole crepe e altri segni presenti sui muri. Per effettuare l’operazione di chiusura delle imperfezioni sarà sufficiente bagnare l’area interessata e applicare il gesso, con l’aiuto di una spatola o di un coltello.

Riempite le fessurazioni, utilizzare nuovamente la spatola per appianare l’eventuale rilievo dovuto dall’eccesso di gesso utilizzato per l’operazione, fino ad ottenere una superficie perfettamente allineata al resto della parete.

Lasciare asciugare bene, per almeno 24 ore e poi procedere passando l’area interessata dall’intervento con un pezzo di carta vetrata fine, livellando ulteriormente la zona trattata riportandola allo stesso livello del muro.

Come stimare la quantità di pittura necessaria

Scelto il colore o le tonalità da abbinare, effettuati tutti i passaggi preliminari per correggere le imperfezioni presenti sulle superfici che andranno imbiancate, sarà necessario calcolare le quantità di colore che saranno necessarie per realizzare il lavoro, misurando quanti metri quadrati di pareti dovranno essere dipinti e suddividere i conteggi a seconda dei colori diversi eventualmente scelti.

Dopo aver preventivato la quantità di colore necessaria, aggiungerne al conteggio finale sempre un po' per evenienza!

Dopo aver preventivato la quantità di colore necessaria, aggiungerne al conteggio finale sempre un po' per evenienza!

Al momento di acquistare le latte di vernice, leggere attentamente quanta superficie può coprire una confezione: il conto sarà semplice e il risultato sarà esattamente la quantità necessaria per effettuare il lavoro!

Naturalmente, conteggiare due volte la quantità necessaria calcolata, per imbiancature che prevedano la doppia mano di colore.

E’ comunque sempre opportuno abbondare un po’ nel conteggio e acquistare il numero di latte di vernice in un solo momento per evitare gli scostamenti di tonalità che potrebbero presentarsi in partite differenti di vernici!

Se avete già comprato le vernici e scoperto successivamente che vi sono differenze di tono tra i barattoli dello stesso colore e non fosse più possibile effettuare un cambio presso il rivenditore, una soluzione potrebbe essere quella di trovare un contenitore sufficientemente capiente per contenere tutto il colore e mescolare assieme il contenuto delle confezioni di pittura.

Imbiancare le stanze

Importante organizzare tutto il materiale che si utilizzerà e disporlo in maniera ordinata vicino a dove si inizierà a imbiancare.

La metodologia corretta prevede di partire dall'alto e procedere verso il basso

La metodologia corretta prevede di partire dall'alto e procedere verso il basso

Dopo aver protetto la pavimentazione e gli oggetti che sono presenti nell’ambiente, protetto adeguatamente le prese di corrente, delineare uno spazio sufficientemente ampio dove porre pennelli, rulli da imbianchino, contenitori per i solventi dove riporre i pennelli per pulirli, giornali vecchi e stracci e una scala.

Per questioni di praticità, si consiglia di seguire un ordine preciso per realizzare l’imbiancatura di ogni locale abitativo: partendo dalla verniciatura del soffitto, si passa a quella delle pareti (prestando attenzione a seguire uno schema che segua sempre la direzione dall’alto verso il basso del muro, per evitare lo sgocciolamento della vernice sulla pittura appena stesa); a questo punto, terminati i muri si può passare alle cornici di porte e finestre, eventualmente al battiscopa e pavimento (qualora si decidesse di dipingerlo!)

Be Sociable, Share!



  




Altri articoli che potrebbero incuriosirti:

Riscaldamento a radiatori: come scegliere
Riscaldamento a radiatori d'arredo Nella nostra concezione odierna di radiatore per il riscaldamento delle nostre case, c'è ancora quell'immagine fi...
Tappeti: stravaganze per la nostra casa
Stanchi dei soliti tappeti monocolore? Volete qualcosa di particolare e unico per la vostra casa, che stupisca tutti i vostri ospiti e dia un tocco di...
Progettare il bagno prima di arredarlo
PROGETTARE IL BAGNO: DIMENSIONI MINIME, POSIZIONE DEGLI SCARICHI, VENTILAZIONE, ETC. Quando si tratta di progettare la propria casa, tan...
Arredamento: il colore BLU persiste anche quest'anno
Quando si pensa al colore blu, nell'ambito del complemento d'arredo, si volge lo sguardo verso la casa del mare, perchè il blu ricorda l'acqua, il cie...
Arredare il BALCONE o il GIARDINO per la primavera/estate 2011
Finalmente è arrivata la bella stagione e con essa arriva il buon umore e la voglia di rilassarsi all'aperto per poter respirare i profumi che porta c...
Decorare con i sassi: idee faidate semplici ma di grande effetto
Quante volte al rientro da una vacanza o da una gita fuori porta ci portiamo a casa come souvenir qualche sassolino o ciottolo di fiume? Il pro...
Idee per una casa sopra le righe
E dopo il design a pois ecco arrivare in modo energico e grintoso anche le righe, ovviamente sempre in ambito d'arredo. Le righe trasformano e colo...
Limitare l’inquinamento domestico e la S.B.S.
Con l’acronimo S.B.S (Sick Building Syndrome) si intende quella patologia legata a tutte le fonti di inquinamento domestico presenti all’interno delle...


Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>