Condividi e Rimani Aggiornato

RSS Feed

Il ritorno del tavolo rotondo

Qualche decennio fa il tavolo rotondo era una norma negli ambienti di casa.

Se si voleva figurare eleganti ed alla moda uno degli acquisti immancabili era proprio il tavolo rotondo considerato un elemento padronale e di spicco per la casa.

Negli ultimi anni ha perso un po’ di visibilità, pur non perdendo il suo fascino innato e immortale.

Quest’anno il tavolo rotondo, grazie al contributo dei designer e delle grandi aziende di complementi d’arredo, spopolerà ancora all’interno degli ambienti residenziali e non solo, tornando ancora brillantemente in commercio. A parte l’aspetto puramente estetico, il tavolo rotondo ha moltissimi punti a suo favore che lo rendono la scelta ideale anche in ambienti particolarmente ostili.

In promo luogo, non possedendo angoli netti, è facilmente collocabile in spazi irregolari o in porzioni angolari difficili da arredare.

Inoltre è luogo comune ricondurre il tavolo rotondo alla gioviale compagnia in quanto, quando ci si siede intorno ad un tavolo rotondo, nessuno si pone in posizioni predominanti, garantendo un dialogo tra i commensali di pari livello.

L’assenza di spigoli poi consente di sfruttare al meglio la superficie piana, incrementando i posti a sedere.

Attualmente il tavolo rotondo ha acquisito una caratteristica a suo favore in più cioè la capacità di trasformarsi e di ampliarsi; in questo modo questo complemento d’arredo risulta essere una soluzione vincente su tutti i fronti.

Vediamo allora qualche esempio pratico che oltre alla sua funzionalità si distingue per essere un complemento d’arredo di tendenza 2012.

Tavolo rotondo in cristallo e acciaio

Tavolo rotondo

Tavolo rotondo Barone by Bontempi

Il tavolo Barone by Bontempi è un ottimo esempio in grado di rappresentare eleganza e modernità.

Si tratta di un tavolo con struttura in acciaio laccato nero e piano in cristallo serigrafato.

La snellezza delle gambe e del piano aggiungono un tocco di raffinatezza rendendolo ideale sia in ambienti minimal che in ambienti vintage.

Il valore aggiunto è poi garantito dalla sua prolunga di 50 cm che permette di aggiungere 2 posti tavola.

Tavolo economico ma funzionale

Tavolino rotondo

Tavolino rotondo Docksta di IKEA.

In questo caso invece, il prodotto che vi presento, è ideale per chi non vuole spendere molto, senza mai rinunciare all’estetica.

Si chiama Docksta ed è un prodotto IKEA. Le sue linee semplici lo rendono un complemento d’arredo molto semplice quanto bello.

La struttura e la base d’appoggio sono realizzati in fibra di legno laccato bianco e acciaio rivestito in plastica.

Seppur il bianco sia un colore molto particolare, per ravvivare il tavolo, basta giocare con i contrasti, attraverso complementi ed accessori colorati e vivaci.

Tavolo rotondo in legno

Tavolo rotondo in legno

Tavolo rotondo in legno Xilos di Maxalto

Il tavolo in legno è sempre una scelta molto raffinata, soprattutto per le venature che lo rendono caldo e famigliare.

Il modello Xilos di Maxalto rappresenta al meglio la mia affermazione precedente.

Il tavolo è in legno massiccio chiaro con gambe che, incurvate e disposte ad incrocio, garantiscono un effetto scenografico accattivante.

Tavolo circolare con la nostalgia per gli anni 70

Tavolo circolare

Tavolo circolare Uptake

Se siete nostalgici, amate il vintage e ricercate costantemente prodotti che possano far riaffiorare il bel passato anticonformista ecco un tavolo che riprende forma e metodo del passato.

Si chiama Uptake ed è un tavolo con base in multistrato curvato con piano in cristallo verniciato.

Una delle sue caratteristiche principali è il rivestimento della struttura che può essere in pelle o in tessuto, cercando quindi di rispondere alle richieste dei possibili differenti acquirenti.

Le dimensioni del tavolo rotondo

A questo punto l’unica cosa che mi resta da dirvi è che il tavolo rotondo può essere un’ottima scelta funzionale oltre che estetica e che solitamente si compone di una serie di misure standard che permettono di prevedere un numero di sedute medie.

Ad esempio il diametro di 90 cm è solitamente indicato per 4 posti a sedere; 120 cm di diametro sono maggiormente indicati per 6 sedute, mentre 160 cm sono ideali per le grandi cene che richiedono 8 posti a sedere….ovviamente poi la presenza di prolunghe permette di ampliare la capienza.

Ora….a voi la scelta

Be Sociable, Share!



  




Altri articoli che potrebbero incuriosirti:

Sistema per il risparmio energetico: Elementare “Wattson”
La nostra casa è invasa dagli elettrodomestici? Lavatrice, televisore, lavastoviglie, computer….. Ognuno di questi provoca un consumo energetic...
I tavoli salvaspazio
TAVOLINI PIEGHEVOLI, ALLUNGABILI, CONSOLLE ... tutto per risparmiare spazio. Sempre di più, nel mondo dell’arredamento, occorre pensare a prodotti...
Idee per San Valentino per creare la giusta atmosfera in casa
Si sta avvicinando la festa degli innamorati, San Valentino, quindi in questo articolo vi forniremo alcune idee romantiche per San Valentino, per arre...
Posate di design per una tavola nuova e originale
Stufi delle solite posate? Se cercate qualcosa di nuovo e di originale per dare un’aria nuova alla vostra tavola e alle vostre pietanze ecco una serie...
Un bianco Natale: arredare la casa con gusto e raffinatezza
Esistono alcuni colori che da sempre sono nella nostra tradizione, e per sempre rimarranno tradizionali. Naturalmente parliamo del rosso, tipico delle...
Orologi di design per il conto alla rovescia verso il nuovo anno
Le feste si avvicinano sempre più e dopo il Natale, tutti quanti ci inizieremo a preparare per il nuovo anno, come sempre nella speranza che possa por...
Un'anteprima al Salone del Bagno 2012: una soluzione d’arredo innovativa
Presso la fiera Milano a Rho, all'interno del Salone Internazionale del Mobile, si terrà dal 17 al 22 aprile il Salone Internazionale del Bagno. Al S...
Lo stile Shabby Chic: tendenze di moda
Se amate sfogliare riviste di arredamento sicuramente avrete già sentito parlare dello stile Shabby Chic. Si tratta di uno stile mutuato dall’America ...


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *