Condividi e Rimani Aggiornato

RSS Feed

Progettare il bagno prima di arredarlo


PROGETTARE IL BAGNO: DIMENSIONI MINIME, POSIZIONE DEGLI SCARICHI, VENTILAZIONE, ETC.


progettare il bagno

non temete di progettare il bagno di casa

Quando si tratta di progettare la propria casa, tanto che si tratti di posarne la prima pietra quanto di definire il tipo di rivestimento delle pareti del bagno, scegliere i sanitari o anche solo il portaspazzolino, dobbiamo vincere le nostre paure: anche i non addetti ai lavori possono e devono buttare sul piatto le loro idee senza riserve perché, se gli architetti in fatto di gusto vanno forte, dubito che del nostro intimo stile personale, siano gli unici esperti.

Ci sono però, delle regole tecniche imprescindibili che governano la riuscita di un buon bagno, a partire dalle quali è poi possibile formulare tutte le ipotesi che ci vengono in mente per arredarlo secondo il nostro personale gusto.

Realizzare il bagno da zero significa avere a che fare con arredi fissi prima che con quelli di tipo mobile. Lavandini, vasche da bagno o wc cioè, una volta installati, non possono più essere spostati se non a costo di rifare le tubature, il pavimento e molto altro ancora.

Prima di sbizzarrirvi nella scelta del portasapone o della nuance degli asciugamani, che se vi stufano siete sempre liberi di cambiare, è fondamentale strutturare il locale igienico secondo regole ben precise.

REGOLE TECNICHE PER REALIZZARE IL BAGNO

Il locale più intimo della casa, dovendo soddisfare molteplici esigenze nei momenti più svariati della giornata e della nostra vita, deve essere pensato, realizzato ed arredato a regola d’arte.

DOVE FARLO: IL PROBLEMA DEGLI SCARICHI

Innanzitutto, se decidete di realizzare un bagno, magari in aggiunta a quello esistente, non potete limitarvi al lancio della monetina per deciderne la posizione o preoccuparvi solo delle esigenze distributive del vostro appartamento: “purtroppo” (ma datemi retta, quando la nostra casa mette dei vincoli alla nostra fantasia, è proprio lì che comincia il bello e risolvere l’enigma può portare grandi soddisfazioni!)è buona norma disporre il nuovo locale igienico allineandolo con quello esistente al piano inferiore.

Gli scarichi dei sanitari, infatti, confluiscono tutti nella stessa colonna di scarico. Se i sanitari non fossero disposti secondo questo ordine, sarebbe necessario immergere nel sottofondo del pavimento un tubo di circa 10 cm che, richiedendo una pendenza minima del 2% per far defluire le acque dai sanitari al vecchio scarico, ci costringerebbe ad alzare la quota del bagno di molto, rispetto al locale adiacente non interessato dal passaggio dei tubi.

QUANTO DEVE ESSERE GRANDE IL BAGNO: ESISTONO DELLE DISTANZE MINIME TRA I SANITARI

Altrettanto importante è considerare in modo scientifico, e non a spanne, se le dimensioni  del servizio igienico siano sufficienti rispetto ai sanitari che intendiamo disporci dentro: esistono delle distanze minime dedotte dallo studio ergonomico dei nostri corpi e dei nostri movimenti che rendono più confortevole la stanza da bagno e soprattutto più sicuro il locale.

progettare il bagno

Progettare il bagno: distanze minime tra i sanitari e le loro dimensioni

Le dimensioni del lavabo sono circa 60 x 50 x 90 cm di altezza della colonna; del bidet sono circa 60 cm x 35 cm x 40 cm di altezza, e del wc: 60 cm x 35 cm x 80 cm di altezza. Le dimensioni della doccia possono variare, a partire da un minimo di 70 cm x 70 cm e quelle della vasca da un minimo di 1,40 cm x 0,70 cm.

La distanza tra wc e bidet deve essere almeno 25 cm  e questi, frontalmente, devono avere uno spazio libero di almeno 55 cm prima di un altro sanitario e 60 cm in caso l’impedimento sia la parete. Dalla doccia il wc o il bidet devono  rispettare una distanza di 20 cm come minimo.

COME REALIZZARLO: ABITABILITA’ E ACCESSIBILITA’

Salvo casi specifici relativi a normative regionali o comunali particolari, il locale igienico deve avere un’altezza non inferiore ai 2,40 m.

Nelle ristrutturazioni o negli edifici di nuova costruzione è da prevedere almeno un bagno adattabile, per il quale si possa dimostrare che con interventi minimi il bagno potrà in caso di necessità, divenire “accessibile” ad una persona su sedia a rotelle.

Non dimenticate l’antibagno. Filtro di ridotte dimensioni che separa il wc dal resto della casa. Questo ambiente può essere ridotto ad un semplice passaggio o può ospitare il lavandino, un’armadio, etc.

COME FARLO DURARE

Indiscutibile poi, la necessità di proteggere dall’acqua, il pavimento e le pareti perimetrali del bagno con superfici impermeabili almeno fino ad un’altezza di 2 metri. Questo accorgimento aiuterà anche a pulire meglio le superfici del locale.

Superfici in piastrelle di ceramica sono le più utilizzate, ma ci sono anche tinte colorate idrorepellenti, resine impermeabili e per i più fortunati lastre di marmo o pietra.

L’importante è che le superfici della sala da bagno non si deteriorino velocemente con l’insorgere di macchie di umidità o muffe dovute dall’eccesso di vapore acqueo che più facilmente viene prodotto qui rispetto agli altri locali della casa.

COME AREARE IL LOCALE BAGNO

Sempre perché essere buoni progettisti comporta in primo luogo interessarsi alla vita domestica dell’uomo, quindi ai suoi gesti quotidiani, alle sue comodità e quindi, alla sua serenità piuttosto che al suo modo di apparire, al momento di decidersi riguardo al bagno c’è un grande dubbio da porsi: bagno ventilato naturalmente o artificialmente? Capisco che spesso questa sia una scelta dettata da esigenze spaziali più che da sofisticate filosofie, ma voi cosa ne pensate?

progettare un bagno naturale

Nel progettare il bagno bisogna scegliere tra una ventilazione forzata o NATURALE

Siete veramente pronti a rinunciare ad una finestra, strappandola per esempio alla camera da letto, per dedicarla all’areazione del bagno? Fatto il bucato si può rinunciare all’aria proveniente direttamente dall’esterno per farlo asciugare?

O siamo definitivamente entrati nell’era dell’asciugatrice, delle ventole iper-efficienti e dei profumatori d’ambiente?

ULTIMI CONSIGLI

Aggiungo l’importanza di valutare, prima di progettare il vostro nuovo locale, se in questo bagno avete intenzione di piazzarci una lavatrice. Questo elettrodomestico, infatti, ha dimensioni non trascurabili e quindi è opportuno prevederne l’ingombro per non ritrovarsi con una porta che non apre facilmente a causa sua.

Per i più attenti non è da escludere la possibilità di realizzare tramezzi in muratura che “nascondano” l’elettrodomestico e sui quali ricavano un comodo piano d’appoggio oppure che separino, almeno visivamente, la zona lavabo da quella wc.

Le soluzioni per rendere un bagno confortevole e piacevole sono infinite, basta solo chiarirsi le idee su quali sono le vostre priorità e ingegnarsi per ottenerle. Superato lo scoglio edile, non ci resta che goderci la fase in cui il nostro bagno giusto si faccia anche bello.

Be Sociable, Share!



  




Altri articoli che potrebbero incuriosirti:

PARETI IN VETRO E TRASPARENTI: quando il muro c'è ma non si vede
PARETI DI VETRO Per gli amanti degli spazi aperti, della luce, delle trasparenze. Ma anche per chi ha bisogno dei propri spazi, dell’isolamento dal r...
Come scegliere la piastrella più adatta per la tua cucina
Il dettaglio è importante. Quando si progetta un ambiente interno è necessario soffermarsi su ogni dettaglio, in quanto quello potrà dare quel tocc...
Design originale e un po' strampalato che si ispira al corpo umano
Per riprendere uno stile e riproporlo dopo anni ci vuole un tocco di genialità. E allora i designer hanno voluto riproporre quello stile POP, un po...
FOOD DESIGN (3° PARTE): accessori cucina multiuso pratici e divertenti
Per la terza parte del foodesign, voglio soffermarmi su alcuni accessori che ho trovato in giro per la rete e per i negozi della mia città che mi hann...
FOOD DESIGN: nuovi accessori per una cucina divertente
La moda approda in cucina, gli accessori dialogano sempre di più con l'ambiente attraverso il gioco sapiente dei colori e attraverso la forma original...
Letti originali per arredare la camera da letto
La camera da letto è uno dei luoghi “sacri” all'interno della propria abitazione in quanto si tratta di uno spazio legato in modo molto stretto al rel...
Idee per arredare il bagno in modo personalizzato
La casa è il luogo d'eccellenza dedicato al benessere, lo spazio personalizzato dove ogni singola persona, sfruttando e armonizzando l'ambiente anche ...
Arredamento per ufficio: Novità 2013
L'ambiente di lavoro deve essere progettato per essere vivibile e per creare la giusta sintonia tra il lavoratore e l'attività che svolge. Le novit...


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *