Condividi e Rimani Aggiornato

RSS Feed

Mensole per arredare

In ogni abitazione ci sono dei complementi d’arredo essenziali sia dal punto di vista funzionale, che estetico: le mensole.

Servono per sostenere oggetti vari, come ad esempio libri, soprammobili e vanno spesso ad integrare altri mobili più grossi appoggiati a parete. Molte volte però, la loro funzione è più che altro estetica, servono per arredare una parete, per personalizzare alcuni punti della casa difficilmente arredabili.

Anche i designer conoscono questo duplice aspetto delle mensole, per questo motivo si trovano diversi oggetti di design che a seconda dei casi prediligono un aspetto piuttosto che un altro, cercando di proporre soluzioni e forme nuove, adatte alle diverse esigenze.

Un'idea nuova per creare un angolo di lettura in casa

Di seguito vedremo alcune interessanti proposte che possono portare alla nostra casa un tocco di originalità, o proporre magari delle soluzioni per alcuni angoli che risultano ancora incompiuti e possono assumere maggior carattere.

Una mensola come comodino

Un idea molto utile è quella proposta con la mensola “Lili Lite” di Studio Smeets, un oggetto che cerca di risolvere un angolo particolare della casa, la zona letto – comodino, in particolare cerca di andare incontro alle esigenze di chi è abituato a leggere a letto, magari prima di mettersi a dormire.

La mensola oltre ad offrire un comodo ripiano dove poggiare i libri e le riviste, ha la particolarità di avere una lampada incorporata, un ottima soluzione per offrire luce al lettore in maniera puntuale e precisa, a differenza magari di altre lampade da comodino che possono avere una luce troppo debole, o lontano dalla posizione di lettura. La mensola “Lili Lite” è perfetta per chi per motivi di spazio o per gusto personale magari non usa i comodini, o che comunque preferisce avere sempre a portata di mano qualcosa da leggere e avere la possibilità di farlo nel modo più comodo e funzionale possibile.

Una mensola come ricaricabatterie

Una mensola elettrica, che fa luce e offre energia

Soluzione ancora più tecnologica e di design è la mensola “Plug & Play” dello studio Nothing Design, il quale propone delle vere e proprie mensole luminose, utili di notte e con un forte impatto visivo per l’arredamento.

Queste mensole elettriche multi – prese dalle linee semplici, molto nette e precise, si integrano bene in qualsiasi ambiente, possono offrire una fonte di luce diffusa per la sera o per la notte, contribuendo a creare un’atmosfera molto soft.

Hanno bisogno per funzionare di una presa elettrica e devono essere ben fissate alla parete, fatto questo sono pronte per ricaricare i nostri piccoli oggetti elettronici come ad esempio i cellulari. Le mensole mettono infatti a disposizione diverse prese grazie alle quali ricaricare pile o lettori mp3, e fornendo allo stesso tempo un appoggio per i nostri oggetti e una fonte di luce per la stanza.

Una mensola ricamata al laser

Più attenti all’aspetto estetico sono invece le altre due mensole proposte: “Bility” dello studio di design islandese Studiobility guidato da Gudrun Lilja, e la mensola “Lunuganga” dello studio WOKmedia.

Una mensola all’uncinetto

La prima ripropone i disegni dei centrini di pizzi all’uncinetto, una sorta di mensola – centrino realizzata in acciaio policarbonato e stampata al laser.

Si cerca di ricreare i mobili, le mensole decorate con i centrini realizzati a mano, e l’effetto può essere maggiormente enfatizzato con l’utilizzo di una luce che proietta i trafori della mensola sulla parete, mettendo in risalto la bellezza dei disegni.

Una foresta di mensole

Diversa invece la linea delle mensole “Lunuganga”, dei veri e propri rami che fuoriescono dai muri, creando una foresta urbana, dove gli alberi sono utilizzati come degli attaccapanni, e le varie forme dei rami possono offrire diversi appoggi per gli oggetti di tutti i giorni, dai libri alle giacche.

Mensole senz’altro originali, che ci danno l’impressione di portare un po’ di natura nelle nostre abitazioni, illusione che sparisce se si pensa al materiale utilizzato che non è legno, ma plastica.

Un ramo come attaccapanni e ripiano per gli oggetti

Be Sociable, Share!



  




Altri articoli che potrebbero incuriosirti:

Arredo salvaspazio e trasformabile: soluzioni per gli ambienti domestici
Una casa dalle dimensioni ridotte richiede molta attenzione nella scelta dell'arredamento; esso dovrà essere funzionale ed occupare poco spazio. Le...
Mobili di design: nuove e vecchie proposte reinterpretate
Se siamo alle prese con la scelta dell’arredamento della nostra casa, può essere utile una breve carrellata sulle ultime novità in materia di mobili d...
Per San Valentino una colazione speciale
Per la giornata di SanValentino invece di pensare a regali costosi o banali perché non dedicare un po’ di tempo al nostro amato preparandogli una bell...
Posate di design per una tavola nuova e originale
Stufi delle solite posate? Se cercate qualcosa di nuovo e di originale per dare un’aria nuova alla vostra tavola e alle vostre pietanze ecco una serie...
Una lampada di design per ogni ambiente
Una lampada di design per la zona giorno Lampadario per la sala Ecco il lampadario per la sala che farà la gioia di molte donne, un complemento ...
Design a colori per non rinunciare all'estate
Le vacanze sono ormai finite e, per la maggior parte di noi, è arrivato il tempo di tornare dietro ad una scrivania e così, ritornando a casa, dopo la...
Portaombrelli di design: lo stile si riconosce dagli accessori
Nel 2011 sono ritornati di moda gli ombrelli standard, recuperando l'importanza storica dell'accessorio, ormai comunemente sostituito da un decennio a...
Snaidero presenta OLA20 al Salone del Mobile di Milano, la cucina scelta da Brad Pitt
Una importante novità verrà presentata al Salone del Mobile di Milano dal 17 al 22 Aprile: la cucina dell'Azienda Snaidero progettata da Pininfarina c...


Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>