Condividi e Rimani Aggiornato

RSS Feed

Lo Space Clearing attraverso il risanamento energetico

Se ragioniamo sulla realtà e sul mondo che ci circonda è molto facile capire che forse tutto è molto più complicato di come ci appare, la nostra visione è purtroppo limitata dall’agire dei nostri cinque sensi che ci danno una visione piuttosto parziale.

In un certo modo i nostri sensi limitano il nostro pensiero, ma spesso ci confinano dentro comportamenti prestabiliti.

Molte teorie di stampo orientale considerano la possibilità di ogni forma, ogni suono, ogni essere di interagire continuamente con il contesto che ci circonda, provocando vibrazioni in grado di influire – positivamente o negativamente – sullo stato d’animo dell’uomo.

Space Clearing

Space Clearing

Per esempio è facile constatare che un luogo triste, spesso disordinato, e grigio non può che accentuare eventuali malcontenti; l’effetto contrario è invece dato dalla natura, in grado di trasmettere quasi sempre equilibrio e benessere (naturalmente con le dovute eccezioni).

Anche uno spazio di lavoro, o la propria abitazione, può dare le stesse sensazioni di benessere e di energie positive se si è in grado di scegliere le giuste forme, i giusti colori e la giusta illuminazione.

Dal Feng Shui allo Space Clearing

Il Feng Shui è conosciuto come antica pratica orientale dell’organizzazione dello spazio; secondo questa disciplina ogni luogo è dotato di un’energia specifica e ogni luogo è influenzato dalle energie complementari dello Yin e dello Yang. Un buon equilibrio assicura l’armonia anche nel luogo in cui viviamo. Lo Space Clearing nasce come branca specifica di questa disciplina e viene considerata come l’arte di purificare e consacrare tutte le energie presenti all’interno degli edifici.

Uno spazio ordinato migliora il benessere

Uno spazio ordinato migliora il benessere

Secondo gli insegnamenti dello Space Clearing esistono quantità di energia stagnati localizzate dove di solito accumuliamo tutti gli oggetti inutili. Per ristabilire un equilibrio è necessario liberarsene: il miscuglio di tutte queste cose inutili che inesorabilmente archiviamo con il passare del tempo viene nominato clutter. Eliminare oggetti superflui molto spesso vuol dire eliminare i legami con il passato e superare blocchi mentali che spesso non ci permettono di condurre in maniera equilibrata la nostra vita. Eliminare il superfluo è visto quindi come un gesto liberatorio dalla doppia valenza: liberarsi di ciò che occupa spazio nella nostra casa, ma eliminare ciò che occupa spazio anche nel nostro spirito.

Naturalmente non ci sono basi scientifiche a supporto di questa pratica molto in voga negli USA. Sarà comunque capitato a tutti di provare una sensazione di sollievo dopo aver ripulito e svuotato un armadio o fatto ordine in casa.

Sull’onda del successo del Feng Shui anche in Italia lo Space Clearing sta guadagnando lentamente il suo spazio. La prima a diffonderla nel mondo anglosassone è stata Karen Kingston con la pubblicazione di due libri.

Tornare all’equilibrio: iniziare con 10 semplici regole

Il disordine crea accumuli di energia

Il disordine crea accumuli di energia

Grazie al riequilibrio energetico dell’ambiente è possibile riportare armonia e serenità a chi si trova all’interno di un determinato spazio, E’ ben considerare che molto spesso, giusto per fare un esempio, all’interno dei nostri armadi si conservano in media tra il 60 e l’80% di cose inutili che non riusciamo ad abbandonare. Per ristabilire un equilibrio energetico, e riportare la giusta armonia nella nostra vita, si deve riuscire a capire cosa è davvero superfluo.

Ordinare gli spazi vuol dire riuscire a vivere la propria vita in maniera più equilibrata e salubre. Di seguito vi elenchiamo le prima dieci, semplici regole, dello Space Clearing.

  1. Per prima cosa è importante iniziare per gradi. Si può iniziare liberando un cassetto, per poi passare a qualcosa di più grande ed arrivare fino a liberare dal superfluo l’intero appartamento.
  2. Eliminare vuol dire avere più energia positiva attorno, dobbiamo volere questa cosa. L’energia positiva prodotta da questi cambiamenti deve avere la possibilità di circolare.
  3. Poiché si tratta di eliminare oggetti ai quali siamo particolarmente legati può essere utile farsi aiutare da qualcuno meno emotivo e coinvolto di noi.
  4. Un consiglio è sempre quello di partire dall’eliminare il superfluo dalla soffitta, che solitamente rappresenta una proiezione del futuro. Il passo successivo consiste nel liberare la cantina, che normalmente ha chiari legami con il nostro passato.
  5. Anche lo spazio di lavoro va ordinato: ordinare vuol dire avere le cose a portata di mano, in modo tale da non perdere tempo prezioso.
  6. Durante il processo di Clearing prendetevi un attimo di tempo per valutare se percepite effettivi benefici, non solo energetici.
  7. I primi oggetti da eliminare sono quelli per i quali nutriamo più dubbi, tutti quelli per i quali ci chiediamo se mai ci saranno utili in un futuro. Soffermarsi a pensare ci porterà a non eliminarli mai.
  8. Una regola da rispettare, non solo per riequilibrare l’energia, sarebbe quella di eliminare un oggetto vecchio e inutilizzato ogni volta che se ne porta a casa uno nuovo.
  9. Durante queste operazioni potremmo sviluppare la voglia di cambiare, di dare un netto taglio con il passato. E’ importante valutare se gli oggetti che abbiamo in casa ci rappresentano ancora in questa nuova fase.
  10. Dopo aver messo ordine in casa ci si deve prendere un po’ di tempo per mettere in ordine anche il proprio io. Liberarsi del passato vuol dire dare la possibilità al nuovo di entrare nelle nostre vite. Dobbiamo essere sicuri di voler accogliere questa nuova energia vitale.

Si può non credere a queste teorie, considerarle solo l’ennesima svolta new age, sappiate comunque che vale la pena provare. Lo spazio in cui viviamo influisce davvero molto sul nostro benessere interiore.

Be Sociable, Share!



  




Altri articoli che potrebbero incuriosirti:

Costruire una casa in legno sull'albero
La casa sull’albero è il sogno di ogni bambino ma a volte rimane anche quando si diventa grandi ed allora alcuni se la costruiscono veramente.  um...
Riuso dei pallet: soluzione economica per arredare gli spazi esterni
Negli ultimi anni il riuso dei pallet è divenuto quasi un trend. L'articolo riporta un progetto di allestimento con il riuso di pallet per fornire al ...
Energia eolica:Eolienne di Philippe Starck l'energia eolica sui tetti di tutti
Energia eolica: un occasione per arredare il tetto Un nuovo progetto rende l’energia eolica, oserei dire, democratica. E poi ci si domanda c...
ALBERO DI NATALE: decorazioni e bizzarrie natalizie
E chi lo dice che a Natale è necessario seguire i soliti schemi ed i soliti colori? Il Natale è un momento di festa e come tale, permette alle pers...
Nuovi attaccapanni per arredare l’ingresso
Un attaccapanni è un oggetto sempre molto utile all’interno di una abitazione, che sia un appartamento o un ufficio, c’è sempre bisogno di qualcosa ch...
Fondi del caffè: non li leggo ma li riciclo!
I fondi del caffè fanno parte dei rifiuti organici che possiamo tranquillamente riciclare nei bidoni dell'umido e usare per creare il compost, essendo...
ARREDAMENTO di design: dalla molecola alla forma
Piccole molecole, invisibili a occhio nudo e ai più sconosciute. Durante il periodo scolastico questi minuscoli elementi si studiano in maniera teoric...
A Eurocucina 2012 Aran presentate 2 cucine Hi-tech di Karim Rashid
A Eurocucina 2012 abbiamo visto quest'anno molte novità originali e innovative, vi abbiamo già mostrato alcune di queste interessanti proposte per que...


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *