Condividi e Rimani Aggiornato

RSS Feed

Limitare l’inquinamento domestico e la S.B.S.

Con l’acronimo S.B.S (Sick Building Syndrome) si intende quella patologia legata a tutte le fonti di inquinamento domestico presenti all’interno delle nostre case.

Solitamente queste fonti di inquinamento causano allergie, irritazione delle mucose, affaticamento e mancanza di concentrazione.

Siccome si tratta di disturbi molto diffusi si è soliti dare la colpa di tali malesseri ad altre cause esterne, invece pare che più spesso di quanto si pensi sia colpa proprio delle nostre case.

Cerchiamo di capire come ovviare a questi problemi, almeno dov’è possibile.

S.B.S. Sindrome dell’edificio malato

La maggior parte della popolazione che vive in città trascorre quasi il 90% del suo tempo all’interno di luoghi chiusi, e spesso questi luoghi chiusi sono fonti di malanni proprio a causa degli inquinanti presenti al loro interno.

inquinamento domestico

Sick Building Syndrome, attenzione alle fonti di inquinamento domestico

La Sindrome dell’Edificio Malato spesso riesce a spiegare tutta una serie di sintomatologie riscontrate in pazienti altrimenti perfettamente sani. Questo termine si utilizza per descrivere situazioni di malessere generico senza apparenti ragioni. Il malessere si acuisce in base al tempo trascorso all’interno dell’edificio.

Tra i principali sintomi delle SBS (già riconosciuta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità a partire dal 1983) ci sono: irritazioni delle mucose e delle vie aeree, secchezza oculare e irritazione della cute in generale, mal di testa e cefalea, problemi di concentrazione, allergie.

In più oltre a questi sintomi spesso si riscontrano: nausea, capogiri, sonnolenza, dermatiti e problemi respiratori.

Quali sono le principali cause dell’inquinamento domestico

Ricercare le principali cause di inquinamento domestico è abbastanza semplice, tanto che molte fonti di inquinamento possono essere eliminate davvero in maniera semplice. Tra le fonti più comuni infatti c’è la scarsa aerazione dei locali, che spesso provoca la presenza di muffe o di batteri legati all’alta concentrazione di umidità.

Altre comuni cause di inquinamento domestico sono i V.O.C., cioè i composti di tipo organico normalmente rilasciati da materiali presenti comunemente nelle nostre abitazioni come legno, tessuti e rivestimenti in genere.

Ma le fonti di inquinamento non si esauriscono qui, spesso anche gli animali domestici possono contribuire a tali fenomeni, così come  – naturalmente – lo smog e l’inquinamento ambientale.

Per qualsiasi quesito in merito alle problematiche legate all’inquinamento domestico è possibile contattate l’Istituto Italiano del Marchio di Qualità (IMQ), saranno in grado di darvi puntuali risposte in merito al benessere abitativo domestico e agli standard di comfort da rispettare per rendere la propria abitazione salubre il più possibile.

I composti organici volatili (V.O.C.)

Sindrome dell’edificio malato, una patologia molto comune

Sindrome dell’edificio malato, una patologia molto comune

Sfuggire alla presenza dei composti organici volatili è praticamente impossibile. Questi infatti si trovano nella maggior parte degli elementi che costituiscono la nostra abitazione, ma la loro presenza non manca neanche all’interno dei prodotti normalmente utilizzati per la pulizia della casa.

E’ possibile però tutelarsi, almeno per quanto riguarda i mobili in legno, verificando sempre che i prodotti acquistati siano dotati di certificati in grado di attestare il rispetto degli standard di bassa emissione di formaldeide e di composti organici volatili.

Naturalmente è consigliabile fare un uso limitato di prodotti di natura chimica e prediligere prodotti naturali quando si utilizzano per esempio deodoranti o insetticidi. Lo stesso discorso vale anche per l’utilizzo di detergenti e prodotti per la pulizia: meglio se di origine naturale come l’aceto, il bicarbonato o il limone. E’ inoltre sempre consigliabile aerare il più possibile i locali e dotarsi di purificatori d’aria.

Un aiuto in più può anche arrivare dalle piante, molte sono infatti in grado di ridurre le concentrazioni di composti organici volatili all’interno degli ambienti, scegliete per esempio il filodendro, la dracena o lo spatifillo.

Altre cause di inquinamento domestico

Sono molti i fattori inquinanti presenti all’interno degli edifici. Oltre a quelli già elencati possiamo infatti aggiungere la presenza di sostanze chimiche come la formaldeide, gli idrocarburi volatili, l’ossido di carbonio, il biossido e l’ossido d’azoto, l’anidride carbonica, l’anidride solforosa e molte altre sostanze contenute in collanti e lucidanti.

Istituto Italiano del Marchio di Qualità

Istituto Italiano del Marchio di Qualità

Tra i maggiori inquinanti presenti nelle nostre abitazioni si deve segnalare senza dubbio il gas radon: questo gas si trova all’interno dei materiali da costruzione, spesso non da sintomi evidenti ma la complicazioni purtroppo sono molto gravi.

Anche la presenza di amianto non da sintomi, e anche in questo caso come il gas radon si tratta di una sostanza nociva molto rischiosa che anch’essa può portare al cancro nei casi più estremi. Fortunatamente attualmente non è più un materiale utilizzato, esiste infatti una legge in materia che ne inibisce l’uso, purtroppo però in passato – grazie soprattutto ai bassi costi – sen’è fatto addirittura un abuso. Non è quindi troppo difficile constatarne la presenza all’interno di coperture, serbatoi, canne fumarie, oppure in luoghi inaccessibili come l’involucro edilizio.

I problemi maggiori legati all’amianto si manifestano quando questo si trova allo stato di polvere, cioè quando inizia a sfaldarsi. E quindi prima di tutto necessario verificare l’integrità degli elementi che manifestano la presenza di amianto. Successivamente sarà necessario seguire le procedure di bonifica imposte per legge.

Tra le cause di inquinamento domestico non dobbiamo dimenticare anche l’eccesso di rumore o di illuminazione. In soggetti più sensibili non sono rari casi di insonnia.

Anche la presenza di animali domestici può causare qualche problema. Tra le patologie più comuni riscontrabili sicuramente ci sono tutte quelle che coinvolgono le vie respiratorie e la cute. Se non si tratta di allergie gravi si consiglia sempre di procedere con la corretta pulizia sia degli animali domestici che degli spazi in cui vivono. Evitate inoltre che gli animali dormano su letti e divani di casa.

Come risolvere il problema dell’inquinamento domestico

Attenzione ai composti organici volatili

Attenzione ai composti organici volatili

Elencate le possibili fonti di inquinamento il problema diventa come cercare di vivere in un edificio il più possibile salubre. Occorrerà acquisire una cautela maggiore al momento delle scelte, sarà quindi necessario – soprattutto al momento dell’acquisto di nuove abitazioni – richiedere un’analisi approfondita dei materiali utilizzati.

Anche per la scelta di mobili e di prodotti per la pulizia vale lo stesso criterio di attenzione e cautela. Per quanto riguarda invece una soluzione applicabile nel breve tempo si consiglia di effettuare sempre e comunque una buna manutenzione della propria abitazione in maniera preventiva, sia per quanto riguarda i muri che per gli impianti.

Be Sociable, Share!



  




Altri articoli che potrebbero incuriosirti:

Cucce per cani di design per arredare e giocare con lo stile
Ogni scusa è buona per decorare gli ambienti domestici! Stando a questa affermazione, viene da domandarsi: perchè limitarsi alla cura dei dettagli ...
Arredare la cameretta: grandi manovre quando sta per arrivare un bambino
Quando arriva un bambino non si rivoluziona solo l'assetto familiare ma anche la casa. Se poi i figli diventano due le camerette vanno adattate alle n...
FAI DA TE: le pitture per tinteggiare
Scegliere la pittura più adatta alla propria casa, non è una cosa facile. Apparentemente qualcuno può pensare: “Vado in negozio, ne prendo una ...
ARREDAMENTO di design: dalla molecola alla forma
Piccole molecole, invisibili a occhio nudo e ai più sconosciute. Durante il periodo scolastico questi minuscoli elementi si studiano in maniera teoric...
Il sughero per un design bio
Il sughero è un materiale completamente ecologico, di conseguenza in questo periodo, così attento all'ambiente, può essere una soluzione estremamente ...
ECO-DESIGN: accessori ecologici per la casa e non solo
Per essere alla moda in casa e fuori, non è sempre necessario sfoggiare grandi marchi e oggetti eccentrici o eccessivi. Oggi la moda ha un occhio d...
Regali di Natale 2011: piccoli oggetti per la casa
Ormai ci siamo, manca meno di un mese a Natale 2011, parte la grande corsa ai regali: quelli chi amiamo fare, quelli che siamo costretti a fare, quell...
Baratto on-line e consumo sostenibile
In un periodo di crisi come questo, economica ma anche ambientale, è nato un sito che permette di farci risparmiare e nello stesso tempo limitare il p...


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *