Condividi e Rimani Aggiornato

RSS Feed

Idee per arredare l’ufficio

Qualche idea per arredare l’ufficio

In ufficio gran parte delle persone passano molte ore al giorno, al pari della propria casa.

Quindi arredare questo ambiente deve essere ugualmente importante che progettare l’ambiente della propria abitazione.

Le caratteristiche principali sono la funzionalità in quanto è sede si lavoro ma anche la comodità per potersi sentire a proprio agio durante tutto l’arco della giornata lavorativa.

Allo stesso tempo lo studio o ufficio deve essere esteticamente bello, attraente ed accattivante per eventuale accoglienza alla clientela ed anche rispecchiare la personalità di chi lo utilizza.

Un ufficio però non può essere arredato con la libertà d’idee che si ha per casa propria, proprio per il contatto con il pubblico o la clientela, che si forma un’idea di chi lo vive in base anche alle prime sensazioni dell’ambiente in cui lavora.

Allora ecco che lo studio può divenire sobrio ed elegante, se si vuole che il cliente respiri la professionalità dell’ufficio.

Modalità di progettazione

Come sempre, prima di avvicinarsi all’idea di arredo bisogna capire le funzionalità che lo studio o l’ufficio dovrà garantire. Quindi chiaramente in base alla tipologia lavorativa si avranno diverse tipologie di arredo. Un medico infatti avrà pretese di arredo differenti da un commercialista, e questo porterà ad avere due tipologie di arredo completamente diverse.

Un punto in comune però, in ogni studio od ufficio, è la scrivania. E’ il nodo centrale dello studio in molte situazioni, è il luogo in cui molte volte ci si confronta con il cliente o si lavora operativamente.

La scrivania può indicare molte cose ad un cliente di se stessi. La scelta del materiale, del colore, di ciò che è presente sul piano di lavoro. Sono tutti spunti che inconsciamente vanno a creare un idea a chi si siede innanzi a noi alla scrivania.

Ma tutte queste scelte devono essere dettate da gusto e piacere personale e funzionale prima di tutto per chi ci lavora.

La scelta del colore è molto importante perchè, pur volendo dare un segno di professionalità attraverso la sobrietà, un cliente deve sentirsi a proprio agio nello studio, quindi questo deve essere più vivo e meno asettico possibile.

Le postazioni di lavoro separate sono molto utili poiché ognuno deve potersi muovere nel proprio spazio senza invadere od essere di intralcio a quello del vicino.

Una condizione molto importante in ufficio è l’odine. L’ordine aiuta la concentrazione ed aiuta anche ad evitare inutili perdite di tempo. Ecco quindi armadi di tutte le dimensoni e librerie con i giusti spazi per contenere le documentazioni.

Ufficio Green

Alla base del concetto “green” ci sono, in ufficio, la riduzione dello spreco della carta e il riciclo dei rifiuti corretto.

Libreria Patchwork

L’arredo anche può essere ipotizzato ecologico, prestando attenzione ai materiali usati, cercando di capire se sono ecologici. Chiaramente il materiale più utilizzato è il legno, soprattutto se con certificazione FSC o PEFC (Forest Stewardship Council o Pan european Forest Certification), ma anche materiali di riciclo come armadi e scaffali in trucioli di plastica riciclati.

Ultimamente questo uso di materiali di riciclo è molto di design. Ci sono giovani artisti come Amy Hunting ha creato collezioni come la Patchwork raccogliendo pezzi di risulta di legno nelle fabbriche danesi, ricavandone mobili originali.

Un altro accorgimento importante è l’uso della luce e su come disporre le scrivanie. Sfruttare al meglio la luce naturale fa si che si risparmi sull’energia elettrica già in uso sennò di prima mattina per poi tutta la giornata. Inoltre se lo studio è vostro, oltre aiutare a diminuire le emissioni, ne usufruirà anche il vostro portafoglio!

Contenitore serie Patchwork

Anche la qualità dell’aria è un elemento chiave. Se si passano ore ed ore vicino a stampanti e fax che oltre al fastidioso rumore operativo, emettono anche nei processi di stampa composti organici volatili dai toner. Quindi c’è il rischio di respirare formaldeide od ozono e di avere male alla testa o irritazioni agli occhi.

Allora, se vi è la possibilità, posizioniamo questi elementi in locali separati e possibilmente areati. In più il fatto che ci si debba alzare nel ritirare qualche stampa spezza la routine, aiuta la circolazione e migliora anche l’umore!

Un ultimo consiglio è colorare l’ambiente con delle piante. La pianta migliora chiaramente la qualità dell’aria, anche se di poco, ma soprattutto migliora l’umore. Quindi non solo “ficus” ma anche edere e cactus sono molto utili in ufficio. E possono diventare anche motivo d’arredo.

Mobili per l’arredo dell’ufficio

Vi sono molte idee particolari per l’arredo d’ufficio che pur uscendo dai canoni standard si rivelano molto interessanti.

Tavoli:

. Bigblend di Cerruti Baleari di Miller è un tavolo composto da due piani identici di legno curvato multistrato accoppiati con curve complesse.

BigBend – Cerruti

. Oxo Pc di Kartell di Citterio e Low è una carrello specifico per pc plessibile con ruote autobloccanti.

. Split di Ligne Roset di Russler. Il piano e gli scomparti sono in impiallacciato di noce naturale.

Split – Ligne Roset

. Cavour di Zanotta di Mollino del 1949 riproposto da Zanotta. Minimale con il particolare disegno delle gambe. In cristallo e rovere sbiancato.

Cavour – Zanotta

. C.E.O. Cube di Poltrona Frau di Vignelli, telaio in acciaio, poi lamiera, fibra di legno, paliuretano e impiallacciatura di noce. Struttura asimmetrica, il cubo ruota su se stesso.

C.E.O CUBE – Poltrona Frau

Ci sono molti altri esempi di design per tavoli da ufficio.

Sedie:

. Projects di Calligaris, con il disegno di Lucci ed Orlandini, è con o senza braccioli o ruote. Molti colori disponibili, comode e di design.

Project – Calligaris

. On Time di Lamm design di Baldanzi e Novelli molto particolare nella movimentazione, che permettono al sedile ed alle fiancate di ripiegarsi e di essere facilmente chiuse e conservate in piccoli ambienti.

On time – Lamm

. Spoon chair di Kartell di Citterio e Nguyen è una seduta monoscocca, che sfrutta l’avanguardia nello stampaggio ad iniezione bicomponente. Il prodotto è a strati che vengono stampati in contemporanea, uno interno ed uno esterno.

Spoon chair – Kartell

Mobili contenitori:

.One di Kartell di Lissoni sono contenitori in resina acrilica unita ad un telaio strutturale di acciaio, con o senza antine e ruote si può accostare o sovrapporre od addirittura appendere al muro formando una consolle estesa.

One – Kartell

. Wave di Matteograssi sotto la matita di Guillaumier con struttura in mdf rivestita in cuoio o laccata nero con ante e cassette in cuoio. Le sporgenze di queste onde create sulle ante danno morbidezza e sinuosità alla superficie oltre che fungere da maniglie.

Wave – Matteograssi

. Personal Box di Faram sono cassettiere pensate per avere tutto sottomano ed organizzare al meglio carte e documenti. Il concept nasce da un unico foglio di lamiera che avvolgendo il mobile crea un monoblocco semplice e severo, ma al contempo funzionale e particolare.

Personal box – Faram

Interessante è anche la soluzione del divano modulare Diagonal in cui lo schienale diviene un divisorio negli spazi modulari delle sedute ammorbidite. Progettato da Studio O4i per creare un ambiente rilassante in spazi pubblici per piccole riunioni o sale d’accoglienza.

Divano modulare Diagonal

Le soluzioni sono infinite nell’arredo di un ufficio, ma è sempre colui che progetta a dover dare uno stile che unisca arredo, bellezza e soprattutto funzionalità.

Be Sociable, Share!



  




Altri articoli che potrebbero incuriosirti:

Letto multimediale, il design tecnologico a servizio della comodità
Per gli amanti del relax che non vogliono rinunciare al lusso, sarà sicuramente difficile resistere alla versione multimediale del letto matrimoniale!...
lo stile Shabby Chic
recuperare oggetti antichi e farli rivivere nelle vostre case
Tendenza ecologica nel design d'arredo
Non si parla d’altro che di ecologia. La sostenibilità ambientale, l’essere eco-friendly, sono tutti concetti di grande attualità in ogni realtà artis...
Arredare in stile orientale: Zen o Feng Shui?
Lo stile d’arredo orientale non è unico e omogeneo, o più precisamente non lo è la rivisitazione occidentale. Nello stile orientale si possono leggere...
Il poliedro per arredare la casa
La forma del diamante poliedrica e multi sfaccettata, è da sempre simbolo di eleganza e lusso. E allora perchè non trasportare questo pensiero ...
Arredamento per esterni: le sedute novita' estate 2011
Oggi vi voglio parlare di alcuni complementi d'arredo utili per arredare il giardino e soprattutto funzionali per rilassarsi da soli ed in compagnia. ...
Giovani designer alla riscossa!
L'altro giorno mi sono imbattuta all'interno di un sito internet, www.youngdesigner.it,  completamente dedicato al mondo dei giovani designer che perm...
Complementi d’arredo di design che si trasformano
Tutti quelli che amano i complementi d’arredo di design, da quelli di una certa dimensione come divani e tavoli, fino agli accessori per la cucina e i...


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *