Condividi e Rimani Aggiornato

RSS Feed

Dipingere le piastrelle del bagno o della cucina per rinnovare gli ambienti

dipingere le piastrelle

dipingere le piastrelle per rinnovare il look agli ambienti

Come dipingere le piastrelle di rivestimento

Come abbiamo spesso visto, a volte sono sufficienti dei piccoli accorgimenti o delle leggere modifiche da apportare agli ambienti, per renderli rinnovati e ringiovaniti, senza dover per forza ricorrere a soluzioni drastiche e molto costose.Oggi ci occuperemo delle piastrelle: quante volte, stanchi degli ambienti domestici, ci è venuta voglia di cambiare colore delle pareti, rinnovare gli spazi ormai obsoleti, ma ci siamo fermati davanti ad una spesa da affrontare troppo alta?

Ammodernare gli ambienti e le piastrelle di casa con pittura, stickers e stencil è economico e divertente!

Ammodernare gli ambienti e le piastrelle di casa con pittura, stickers e stencil è economico e divertente!

Bene, forse con questi semplici suggerimenti si potrà finalmente agire sulle vecchie piastrelle del bagno o della cucina per renderle più attuali e donare un aspetto nuovo alle stanze!

I prodotti presenti sul mercato, per procedere alla verniciatura delle piastrelle, possono essere elencati in tre diversi tipi.

Ciò che si deve acquistare è sicuramente il “primer per piastrelle”. E’ un prodotto molto valido che, dopo essersi perfettamente asciugato, presenta ottime caratteristiche di resistenza alle scheggiature.

L’unica accortezza da seguire è appunto attendere la perfetta asciugatura della base di primer perché purtroppo, i tempi richiesti perché ciò avvenga sono abbastanza lunghi!

La scelta del colore è fondamentale: tinte rosse e arancio tendono a rendere l'ambiente percepito più piccolo

La scelta del colore è fondamentale: tinte rosse e arancio tendono a rendere l'ambiente percepito più piccolo

( Il consiglio è il seguente: se si dovesse decidere di sfruttare il fine settimana per rinnovare le piastrelle, sarebbe opportuno iniziare il venerdì sera a passare il primer sulle superfici!).

Scelte da valutare per ridipingere le piastrelle

Questa è sicuramente l’occasione giusta per sfruttare il rinnovamento anche per rendere apparentemente più spaziosi gli ambienti interessati alle modifiche!

Per rendere più grande l’ambiente, ad esempio, sarebbero da evitare le tonalità del rosso e dell’arancio, colori che rendono lo spazio più ravvicinato e intimo.
Al contrario, tonalità chiare di verde e azzurro, concorrono a dare un senso di spazio più ampio e dilatato.

Nonostante questo, è da tener presente che le tonalità sopra citate rischiano di donare all’ambiente una freddezza eccessiva, soprattutto se le stanza non ricevono la luce diretta del sole attraverso le finestre!

Cosa acquistare prima di iniziare i lavori di tinteggiatura

Prima di dare il primer è importantissimo pulire perfettamente le superfici ed asciugarle con cura

Prima di dare il primer è importantissimo pulire perfettamente le superfici ed asciugarle con cura

  • 2 litri di primer per piastrelle (si trova nei principali negozi specializzati)
  • 1 Pennello sintetico di buona qualità
  • 1 Rullo sintetico di piccole dimensioni
  • 2,5 litri di emulsione vinilica satinata bianca
  • 2,5 litri acrilica opaca del colore da voi scelto per dipingere l’area sovrastante le pistrelle
  • 1 litro di vernice trasparente ritardante (a olio o ad acqua; io ne ho utilizzato una a olio)
  • 1 litro di vernice a guscio d’uovo per la mano di vernice diluita del colore da voi scelto
  • 1 bottiglia di Acquaragia

In caso si volesse procedere ad una decorazione delle piastrelle con la tecnica dello stencil:

  • Pennello per decorazione di buona qualità
  • Stencil
  • Scelta di vernici acriliche adatte per lo stencil
  • Spugna adatta per la decorazione a stencil

Tempi e organizzazione del lavoro necessario

dipingere le piastrelle della cucina

Anche le piastrelle della cucina possono essere ridipinte

Come già anticipato, se ci si può organizza sapientemente, l’operazione può essere comodamente svolta in un fine settimana.

Il venerdì sera si inizia l’opera, passando il primer sulle piastrelle, così da poter disporre di tutta la notte per la sua perfetta asciugatura, prima di procedere.

Prima di iniziare è importante assicurarsi che le superfici da trattare siano completamente pulite, così da poter procedere alla verniciatura con una abbondante mano di primer.

Potrebbe capitare di vedere trasparire il colore delle vecchie piastrelle anche dopo averle passate di primer: non c’è da preoccuparsi, l’importante è ricoprire bene tutta l’area piastrellata, senza dimenticare nessuno spazio!

Sabato mattina si potrà procedere alla verniciatura delle piastrelle precedentemente date di primer e, contemporaneamente, a verniciare anche la porzione di muro posta sopra la piastrellatura.

La verniciatura andrà eseguita con due mani di vernice vinilica satinata bianca (non deve essere opaca). Importante è attendere l’asciugatura della prima mano prima di procedere alla seconda!

Fatto ciò, è l’ora di dare a tutta l’area non piastrellata due mani di vernice acrilica opaca.

Nel corso del pomeriggio, bisognerà dare una mano di vernice diluita alla parte di muro sopra le piastrelle (vernice trasparente da miscelare e mescolare bene con 0.25 litri di vernice trasparente ad olio, 0.25 litri di vernice a guscio d’uovo del colore deciso e circa 0.25 litri di acquaragia, a seconda della densità raggiunta) e, se si vuole, dare una verniciata allo zoccolino!

Poche azioni per ricoprire le piastrelle e prepararle alla nuova colorazione!

Poche azioni per ricoprire le piastrelle e prepararle alla nuova colorazione!

La vernice diluita dovrebbe avere una consistenza simile a quella del latte, quindi molto liquida! La vernice però non dovrebbe risultare troppo liquida da sgocciolare dal pennello. In caso ciò avvenisse, sarà necessario eliminare l’eccesso aiutandosi con un pezzo di carta.

Questa mano di vernice diluita è caratterizzata dalla particolarità che le pennellate si debbano vedere. Questo effetto è del tutto casuale e non importa quale sia la direzione delle vostre pennellate!

Volendo, già sabato sera il cambiamento sarà terminato e la stanza avrà un gusto completamente nuovo!

Se si volesse procedere alla decorazione delle singole piastrelle, bisognerà attendere la domenica mattina per iniziare l’applicazione degli stencil!

Be Sociable, Share!



  




Altri articoli che potrebbero incuriosirti:

Come dare un nuovo look alla casa risparmiando con il riciclo e riuso
La voglia di rinnovare il look della casa può non corrispondere con le reali possibilità economiche o essere comunque una spesa non prevista dal b...
Creare un giardino in casa con vasi personalizzati
IL VASO E’ MIO E ME LO FACCIO IO appunti per crearsi un giardino in casa a propria immagineIl luogo della pace, dello spirito. Dove la natura s...
Una stoviglia a regola d'arte
Se da anni vi riproponete di cambiare i vostri soliti piatti da cucina per cercare qualcosa di più moderno e originale, di seguito troverete sicur...
Arredare con il gioco del Tetris
C’è un videogioco che non solo ha segnato l’adolescenza (e non solo) di molti di noi, ma che ha continuato ad esercitare il suo fascino tanto da influ...
L'acciaio: un materiale per arredare illuminando la casa
Qualche tempo fa' vi avevo parlato dei complementi d'arredo color oro che, attraverso i loro riflessi, illuminano e arricchiscono la casa. Oggi inv...
Una cucina colorata con gli accessori di design
Il colore rallegra gli ambienti e permette di arredare gli spazi in modo simpatico ed originale. Anche in cucina, dove siamo abituati abituata a ve...
Idee per l'ALBERO di NATALE fai da te e all'insegna dell'ecologia
Questa settimana è la settimana in cui la maggior parte delle persone preparano l'albero di Natale e proprio per questo motivo, iniziano ad apparire u...
Design per bambini: NOVITA' 2012
La stanza dei bambini è un luogo importante che deve essere trattato e valutato con la dovuta cura in modo da poter creare una soluzione compositiva a...


2 Commenti di Dipingere le piastrelle del bagno o della cucina per rinnovare gli ambienti

  1. brigida

    15/08/2011 at 19:26

    Ho letto l’articolo ed è chiaro e molto interessante.Voglio cambiare colore alle piastrelle della cucina e mi domandavo se dopo le due mani di primer x piastrelle potevo pitturarle con una pittura a calce che risulta igienica ed ecologica. Grazie

  2. Giulia

    16/06/2013 at 11:24

    Il risultato sono comunque delle piastrelle opache? Io vorrei risultassero lisce e lucide alla fine!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>