Condividi e Rimani Aggiornato

RSS Feed

Bosch: un modello di funzionalità e design sempre attuale

La vita di Robert Bosch, fondatore dell’omonima azienda, è sempre stata all’insegna del lavoro.

Tra le prime mansioni ricordiamo quella di apprendista fabbricante di oggetti di precisione a Ulm presso Wilhelm Maier.

Una delle esperienze più formative, che forse segnò maggiormente la carriera di Bosch è stata quella dell’anno trascorso in America, qui lavorò con Sigmund Bergmann ma soprattutto con Thomas Alva Edison.

Hans Erich Slany

Hans Erich Slany

Ma il suo viaggio non si arrestò lì, di ritorno in Europa trascorse un altro periodo della sua vita a Londra, dove lavorò per i fratelli Siemens.

I laboratori di Stoccarda

Bosch

Bosch

Dopo tutto questo girovagare tra vecchio e nuovo continente nel 1886 Bosh si fermò; in quell’anno decise infatti di aprire i propri laboratori nella città tedesca di Stoccarda.

Nel 1887 mise in produzione il magnete a basso voltaggio per motori stazionari a gas e un telefono da tavolo. Bastarono pochi anni per aprire una succursale della Bosh anche in Inghilterra, per la precisione a Londra, era il 1898. L’anno dopo arrivarono gli uffici vendita di Parigi e di Budapest.

Il 1901 fu l’anno dell’ampliamento, le piccole officine non bastavano più per sopperire alla produzione. Si costruì una fabbrica sul terreno dove prima sorgevano i locali adibiti all’azienda.

Magneto: una candela che segnò la storia

125 anni di attività

125 anni di attività

In tutti i libri di design si ricorda il 1902. Fu l’anno della svolta in molti campi. Per prima cosa la Bosch diede vita alla famosa candela ad alto voltaggio Magneto. In più il grafico Lucian Bernhard ricevette l’importantissimo incarico di occuparsi del packaging di questo rivoluzionario prodotto.

L’azienda voleva una campagna pubblicitaria su larga scala, non solo erano necessarie le confezioni del prodotto, ma anche poster pubblicitari ricercati: era necessaria un’immagine di grande effetto che segnasse la rivoluzione. In più l’azienda doveva affermarsi sul mercato, quindi aveva bisogno di una campagna pubblicitaria che la identificasse a pieno; un grande compito da affidare ad un designer.

Gli affari andavano bene e gli stabilimenti si espandevano sempre di più, così come si diversificava la produzione.

Erano gli anni dell’innovazione tecnologica associata al mondo dell’automobile.

L’azienda Bosh fu sperimentatrice in questo campo e segno la sua strada con un gran numero di successi: ci furono i primi fari, il primo importantissimo motorino d’avviamento elettrico, il clacson, la prima pompa ad iniezione, i primi tergicristalli elettrici e la prima pompa d’iniezione per i motori diesel dei camion.

Idealwerke AG: verso l’espansione

Un altro anno cruciale nella storia della Bosch fu il 1932, quando comprò la Idealwerke AG. La gamma di prodotti aumentò e si diversificò. 

Lucien Bernhard - Magneto

Lucien Bernhard – Magneto

La grande svolta si ebbe con la produzione di televisori e radio come Blaupunkt, ciò inoltre coincise con un enorme impegno nel campo della ricerca e dell’innovazione che perdurò per tutti gli anni ’30. Nel 1932 la ricerca tecnologica diede i suoi frutti e iniziò la produzione del primo modello di autoradio, subito dopo seguì la prima pompa ad iniezione per motori diesel.

Negli stessi anni la Bosch si inserì anche nel florido settore di mercato degli elettrodomestici da cucina, nel 1933 vide la luce il primo frigorifero.

Grazie a questa diversificazione produttiva fu facile ampliarsi ed espandersi anche all’estero, nel mentre non mancarono mai i nuovi prodotti immessi sul mercato con una frequenza sempre più rapida: dobbiamo ringraziare Bosh sia per l’invenzione della prima lavastoviglie che per l’ABS. La tradizione del buon design della Bosch parte nel 1926 con l’ottimo lavoro svolto da Hans Erich Slany, ma arriva fino ai giorni nostri: oggi quest’industria è infatti una delle più importanti sul panorama Europeo e non. Una squadra di tecnici, ricercatori e designer è pronta a sviluppare le migliori soluzioni sempre con un occhio alla tecnologia e uno alla bellezza del prodotto.

Be Sociable, Share!



  




Altri articoli che potrebbero incuriosirti:

Agevolazioni e Incentivi 2010,per acquisto mobili cucina e elettrodomestici
Incentivi 2010 per acquisto mobili cucina ed elettrodomestici, da richiedere velocemente! Al via i nuovi incentivi stanziati dalla finanziaria per il...
Cappa per cucina di design: nuovi modelli di cappe funzionali e decorativi
La cappa per la cucina non è più considerabile soltanto un fondamentale elemento funzionale per tutti coloro che non hanno la possibilità dotare l’amb...
Condizionatori per la casa: come scegliere il condizionatore e utilizzarlo al meglio
Negli ultimi decenni la vendita dei condizionatori ha registrato un alto incremento.  Attualmente la maggior parte delle famiglie ne possiedono almeno...
Una CUCINA hi-tech che ricicla e produce energia: EKOKOOK
E' francese il  design di questa cucina innovativa e hi-tech progettata da Faltazi Lab e battezzata EKOKOOK. Una cucina a isola futuristica Co...
Elettrodomestici di classe A+++, ecologiche e silenziose lavastoviglie e lavatrici di ultimissima ge...
Da una lavastoviglie o da una lavatrice ormai chiediamo risparmio energetico, affidabilità e comfort. Lavastoviglie in classe A+++ Queste caratteris...
Grandi e piccoli elettrodomestici per una cucina in Total Black
Se volete una cucina very strong o semplicemente amate vestire la vostra casa in modo aggressivo e sempre alla moda, quest'anno vi potrete veramente s...
Novità in cucina, un forno elettrico da incasso con connesione wi-fi
L'ambiente cucina è in continua evoluzione, ogni anno ad opera di designer e aziende del settore è possibile trovare sul mercato mobili ed elettro...
Bonus mobili ed elettrodomestici - Detrazioni 2013
Il 18 settembre è uscita la circolare 29 dell'Agenzia delle Entrate per chiarire alcuni punti riguardanti le misure introdotte dal DL 63 del 4 giugno ...


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *